don Gianmario Pagano – Commento al Vangelo del 31 Maggio 2020

116

Il Risorto si presenta in mezzo ai suoi, trionfatore sulla morte. Niente può separarlo dai suoi amici. Se non ha potuto fermarlo la morte, nulla possono i muri e le spranghe alle porte. Le sue mani, segno distintivo della sua identità, sono ferite, ma non sono vuote.

Il Risorto porta con sé tanti doni: la gioia, la pace, la missione, una vita nuova. Ma ogni dono riconduce a un solo dono, quello che riassume il senso di tutto il percorso del Vangelo, ciò che era atteso fin dalla creazione dell’uomo, che Abramo sperava, che tutti i profeti fino al Battista annunciavano: “Ricevete Spirito Santo!”.

Link al video

Se ti piacciono i suoi video e vuoi sostenere il suo progetto, iscriviti al suo canale e prendi in considerazione di fare una donazione, anche minima, qui: https://www.paypal.me/bellaprof

Sito web