don Gianmario Pagano – Commento al Vangelo del 30 Maggio 2021

90

Perché è difficile parlare della Trinità?

È possibile “descrivere” Dio? La Trinità è un Mistero rivelato che permette a chi abbraccia la fede, per quanto lo consentono i limiti umani, di fissare lo mente dentro la profondità della natura divina. Si parla infatti del Dio di Gesù, comunicato nel Nuovo Testamento. Ma per parlarne correttamente occorre usare parole e concetti presi in prestito dalla disciplina che ci aiuta a maneggiare i concetti più difficili: la filosofia.

Così, cercando di rispondere alla domanda su chi è davvero Gesù, i cristiani hanno formulato una dottrina che pur indicando qualcosa che va oltre le capacità dell’intelligenza, tuttavia ne trasmette le nozioni fondamentali. Nello sforzo di esprimere la Rivelazione, parole come “tri-unità” e persino “persona”, sono state appositamente formulate, mentre ad altre, come “sostanza” o “relazione” è stato dato un nuovo e più chiaro significato.

Eppure, anche se nessuna mente può contenere l’infinito e “comprendere” l’intimità della Trascendenza, possiamo tuttavia analizzare ciò che diciamo. Afferrare il linguaggio, chiarire a noi stessi e agli altri il senso delle parole che usiamo è infatti possibile e, anche se otterremo comunque un’immagine sbiadita dell’Ultima Realtà, sappiamo in quale direzione andare per incontrarla lì dove ci aspetta.

Questo video è la sintesi di questa diretta:
https://youtu.be/PXHZW7Q1UUk

Link al video

Se ti piacciono i suoi video e vuoi sostenere il suo progetto, iscriviti al suo canale e prendi in considerazione di fare una donazione, anche minima, qui: https://www.paypal.me/bellaprof

Sito web

Articolo precedentep. Gaetano Piccolo S.I. – Commento al Vangelo di domenica 30 Maggio 2021
Articolo successivoPer la Famiglia – Breve commento al Vangelo di oggi, 29 Maggio 2021