don Fulvio Capitani – Commento al Vangelo del 30 Maggio 2021

116

Commento a cura di don Fulvio Capitani

Parroco di San Jacopo in Polverosa (Firenze)
Assistente della Sottozezione Unitalsi di Firenze Centro
Assistente Ecclesiatico Comunità Toscana Foulards Blancs


Padre, Figlio e Spirito Santo: il nostro cammino di cristiani inizia così «Andate … e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo». Immersi nel “nome”, nell’essenza stessa della persona, la sua natura, la sua forza, la sua attività.

Un nome pronunciato fa emergere e venire all’esistenza, se viene pronunciato il nome del “Padre” su di noi diventiamo suoi “figli”, se viene pronunciato il nome del “Figlio” su di noi diventiamo “un solo corpo con lui”, se viene pronunciato il nome dello “Spirito Santo” noi diventiamo “Santi”. Il nostro cammino di cristiani inizia così.

Siamo già Figli, Un solo Corpo con Gesù e Santi, ma come la pianta è già tutta nel seme ma deve crescere anche in mezzo alle difficoltà per esprimere la pienezza di quello che è, così la nostra vita. Questa crescita non può avvenire se siamo soli ed isolati, avviene se in noi agisce, con la forza dello Spirito, Gesù stesso unendoci gli uni agli altri come figli di un unico Padre, nonostante i peccati e le difficoltà umane.

Don Fulvio Capitani

Articolo precedentePaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 28 Maggio 2021 – Mc 11, 11-25
Articolo successivop. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 28 Maggio 2021