don Fulvio Capitani – Commento al Vangelo del 28 Giugno 2020

162

UN BICCHIERE D’ACQUA FRESCA AI «PICCOLI» CHE BUSSANO ALLE NOSTRE PARROCCHIE

«Chi avrà dato da bere anche un solo bicchiere d’acqua fresca a uno di questi piccoli perché è un discepolo, in verità io vi dico: non perderà la sua ricompensa»

I piccoli del Vangelo, sono coloro che corrispondono ai precetti “minimi” del Regno quelli delle Beatitudini. Essi sono di pienissimo diritto i discepoli, e sono nel cuore di Gesù con cui egli si identifica. Essi non sono i destinatari di pietose elargizioni, essi sono i protagonisti del Regno e ne tengono le chiavi.

Accoglierli con delicatezza e premura, il famoso “bicchiere d’acqua fresca” è accogliere Gesù stesso. Accogliere i piccoli ha una ricompensa in sé, quella di trovare la propria vita e identità. È la logica del dono, dare e ricevere, perdere e trovare. In questi giorni difficili tanti hanno bussato alle porte della parrocchia, e hanno ricevuto quel poco che potevamo (quelle bollette o quei pacchi viveri), ma abbiamo riconosciuto in loro i “piccoli discepoli” di Gesù?

In tanti fratelli e sorelle volontarie, questo spirito c’è, non perdiamolo!

Commento a cura di don Fulvio Capitani

Parroco di San Jacopo in Polverosa (Firenze)
Assistente della Sottozezione Unitalsi di Firenze Centro
Assistente Ecclesiatico Comunità Toscana Foulards Blancs