don Fulvio Capitani – Commento al Vangelo del 24 Maggio 2020

70

COME UNA PREGHIERA

«Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo». Dovremmo saperlo, che sei con noi tutti i giorni, ma a volte come per i discepoli di Emmaus, non riusciamo a vederti e percepirti.

Lo vorremmo davvero, ci aggrappiamo ad ogni segno o segnale. Tu lo sai: viviamo questo tempo difficile (ma quali tempi non lo sono!), smarriti e distanti con l’evidenza della nostra fragilità.

Tu sei presente nella tua assenza, ce lo hai promesso, Maestro nostro, e il tuo Spirito ci immerge in Te e apre i nostri occhi alle tue Parole e al senso dei fatti. Tu non vuoi che restiamo a fissare il cielo, ma vuoi che andiamo, anche se deboli e fragili, a continuare la tua missione in mezzo alla gente facendogli scoprire le tue parole che lasciano un segno e fanno rinascere.

Saremo così uniti a Te, e il tuo amore ci spingerà ad andare avanti, i nostri gesti saranno i tuoi gesti, le nostre parole le tue parole e il nostro farci vicini il tuo farti vicino.

Commento a cura di don Fulvio Capitani

Parroco di San Jacopo in Polverosa (Firenze)
Assistente della Sottozezione Unitalsi di Firenze Centro
Assistente Ecclesiatico Comunità Toscana Foulards Blancs


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.