don Fulvio Capitani – Commento al Vangelo del 23 Gennaio 2022

142

- Pubblicità -

Commento a cura di don Fulvio Capitani

Parroco di San Jacopo in Polverosa (Firenze)
Assistente della Sottozezione Unitalsi di Firenze Centro
Assistente Ecclesiatico Comunità Toscana Foulards Blancs


La fede non è un sistema di idee ma il resoconto di ciò che è avvenuto

Ho deciso di fare ricerche accurate su ogni circostanza, fin dagli inizi, e Idi scriverne un resoconto ordinato per te, illustre Teofilo, in modo che tu possa renderti conto della solidità degli insegnamenti che hai ricevuto».

È all’«amante di Dio» (teofilo appunto) che si rivolge Luca, con un racconto ordinato, riguardo alla realtà vissuta nella comunità cristiana («gli awenimenti che si sono compiuti in mezzo a noi»), l’esperienza di fede che li unisce e che traccia una linea di contatto fin dal suo inizio. Lo scopo di Luca è dare solidità a ciò che sperimenta e vive il discepolo Teofilo.

Quello che mi colpisce è che la solidità della fede cristiana passa attraverso il racconto e non attraverso un sistema di idee religiose e teologiche. Il racconto è il racconto di Gesù, di quello stesso Gesù che il discepolo e la comunità cristiana sperimentano presente in mezzo a loro. Gesù si racconta e quel racconto crea comunione ed è un racconto che il discepolo si ri-corda (che passa dal cuore), si rammenta (che passa dalla mente) e che si ri- membra (che prende corpo e trasforma la sua vita).

Don Fulvio Capitani

Articolo precedentedon Francesco Pedrazzi – Commento al Vangelo del 22 Gennaio 2022
Articolo successivop. Fernando Armellini – Commento al Vangelo del 23 Gennaio 2022