don Fulvio Capitani – Commento al Vangelo del 18 Luglio 2021

56

Commento a cura di don Fulvio Capitani

Parroco di San Jacopo in Polverosa (Firenze)
Assistente della Sottozezione Unitalsi di Firenze Centro
Assistente Ecclesiatico Comunità Toscana Foulards Blancs


Il bisogno di ritirarsi «in disparte» per ritrovare il suo sguardo d’amore

«Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un po’».

Lo hai capito che anche i tuoi discepoli, se pur presi da entusiasmo e generosità, rischiavano di essere sopraffatti dall’attività. Proponi loro di seguirti in disparte, per non rischiare di perdere quello che è l’essenziale della tua e loro missione.

Lo sai bene Gesù che si dona solo quello che si ha e che si è ricevuto. Come tu avevi bisogno di restare «solo» con il Padre, così i tuoi discepoli di rimanere «soli» con te. Ma l’essenziale diventa evidente dopo il tuo e loro «tentativo di fuga», sventato dalla folla: Gesù è la tua capacità di «compassione».

Tu poni il tuo sguardo capace di amore su quegli uomini e quelle donne smarriti e in cerca di te pastore, e rispondi donandoti. Non il successo, non i risultati ti muovono ma solo l’amore. Così per noi tuoi discepoli, insieme con te, nei nostri successi e fallimenti, spinti dal tuo amore.

Don Fulvio Capitani

Articolo precedentep. Gaetano Piccolo S.I. – Commento al Vangelo di domenica 18 Luglio 2021
Articolo successivoCommento al Vangelo di domenica 18 Luglio 2021 – mons. Giuseppe Mani