don Fulvio Capitani – Commento al Vangelo del 13 Giugno 2021

62

Commento a cura di don Fulvio Capitani

Parroco di San Jacopo in Polverosa (Firenze)
Assistente della Sottozezione Unitalsi di Firenze Centro
Assistente Ecclesiatico Comunità Toscana Foulards Blancs


Il seme è piccolo e nascosto, ma cresce: nella nostra impazienza non lo vediamo

E’ come un granello di senape che … è il più piccolo di tutti i semi … ma … cresce e diventa più grande di tutte le piante dell’orto.

Il regno di Dio… spiegacelo ancora Gesù! Tante volte non l’abbiamo saputo scorgere nella sua piccolezza, nel suo essere nascosto, quasi sepolto. In questi giorni per noi tuoi discepoli non è facile vedere il suo essere presente nei solchi della vita delle nostre comunità e del mondo.

Vorremo già vedere la sua pianta forte e rigogliosa stendere i suoi rami, accogliere chi cerca rifugio e riparo. Nella nostra impazienza l’abbiamo voluto vedere nelle nostre realizzazioni «storiche», nelle nostre strutture e comportamenti, ma esse hanno spesso mostrato i limiti e le difficoltà a reggere la purezza della Parola.

Penso a comunità nate da un forte spirito evangelico, ma poi è venuta l’esperienza del conflitto e della rottura della fraternità. Il granellino però è seminato e il regno cresce, accettiamo che Gesù segni i suoi tempi e modi di crescita.

Don Fulvio Capitani

Articolo precedenteSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 10 Giugno 2021
Articolo successivoIncontro a Romena con Simone Cristicchi e Massimo Orlandi