don Fulvio Capitani – Commento al Vangelo del 12 Giugno 2022

65

- Pubblicità -

Commento a cura di don Fulvio Capitani

Parroco di San Jacopo in Polverosa (Firenze)
Assistente della Sottozezione Unitalsi di Firenze Centro
Assistente Ecclesiatico Comunità Toscana Foulards Blancs


Sono passati quasi duemila anni e ancora non siamo capaci del Vangelo

«Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità». 

Gesù, è vero, per il momento non siamo capaci del tuo Vangelo. Sono passati quasi duemila anni e ancora non lo abbiamo portato tutto intero: troppe contraddizioni, troppa ricerca di sé, troppe resistenze, troppe durezze. Tu Gesù lo sapevi eppure ce lo hai affidato, perché confidavi nell’azione dello Spirito che in mezzo alla nostra incapacità avrebbe guidato noi tuoi discepoli verso la verità.

Nonostante tutto lo Spirito non smette di essere liberamente lì a suscitare le tue parole come nuove e a stupirci con la loro verità. Una verità che non può rimanere a lungo nascosta o distorta e che apre verso il futuro. Un futuro aperto dallo Spirito di pienezza e di comunione con te Gesù, volto del Padre, e con gli altri discepoli con cui condividiamo l’avventura del Vangelo, che sempre nuova sparge i semi del Regno.

Don Fulvio Capitani

- Pubblicità -

Articolo precedentep. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 10 Giugno 2022
Articolo successivoVangelo Daily – Lettura e Commento al Vangelo del 10 Giugno 2022