don Francesco Cosentino – Commento al Vangelo di domenica 9 Maggio 2021

114

L’amore che dà vita, per non essere più servi

La consegna finale di Gesù, prima della Sua morte, è l’amore. Al cuore dell’esperienza di Dio e della vita umana c’è l’amore, che libera, guarisce, da significato ai giorni e soprattutto dona vita, cioè alimenta la vita. Ma quale amore? Il criterio di Gesù ci aiuta a verificare la nostra relazione con Dio e quelle con gli altri: se dietro l’amore c’è scrupolo, eccessivo senso del dovere, dipendenza, ricatto, paura…allora siamo ancora servi e il nostro amore è servile. Siamo chiamati ad amare “come” Lui, per non essere più servi. E possiamo farlo, solo accogliendo il Suo amore in noi.


Link al video

Articolo precedentedon Antonino Sgrò – Commento al Vangelo di domenica 9 Maggio 2021
Articolo successivoCommento al Vangelo del 9 Maggio 2021 – don Giovanni Berti (don Gioba)