don Francesco Cosentino – Commento al Vangelo di domenica 27 Settembre 2020

22

Dio guarda l’autenticità del cuore e rigetta la doppiezza.

Un figlio dice di sì e poi non va nella vigna. L’altro inizialmente dice no, ma poi si mette in discussione, ci pensa e va. La domanda di Gesù è tagliente: chi dei due fa la volontà di Dio?

A un cristiano esteriore, formale, presuntuoso nel sentirsi apposto, che indossa una maschera e vive nella doppiezza, Dio preferisce un figlio magari più ribelle e con una vita più complessa, ma almeno autentico. Dio rigetta la doppiezza del cuore.


Link al video
Articolo precedenteCommento al Vangelo di domenica 27 Settembre 2020– mons. Giuseppe Mani
Articolo successivod. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 26 Settembre 2020