don Francesco Cosentino – Commento al Vangelo di domenica 14 Febbraio 2021

75

Un Dio che si indigna e guarisce

L’incontro con il lebbroso ci svela in maniera straordinaria chi è Dio e come si pone dinanzi alla nostra sofferenza, al dolore, al fallimento, al peccato. Piagato nel corpo, ma anche ferito nello spirito perché considerato impuro, il lebbroso era un emarginato e non poteva avere relazioni ne’ con Dio ne’ con gli uomini.

La lebbra era il castigo di Dio per i suoi peccati. Dinanzi a questa sofferenza Gesù si indigna, ha un moto di rabbia, addirittura “lo tocca” e così lo guarisce. Dio non castiga, ma anzi si indigna per il male, la sofferenza o il fallimento della nostra vita. Non ha paura di contaminarsi, anzi ci tocca coinvolgendosi nelle nostre ferite. Qualunque sia la lebbra che ti deturpa, Dio non ti esclude mai dal suo amore. E noi, cosa facciamo dinanzi al male e alla, alla sofferenza, al fallimento dell’altro?

[👉 Leggi la Liturgia di domenica prossima]


Link al video