don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 7 Giugno 2020

117

Quando Dio creò il mondo per prima cosa gli diede una forma dalla massa informe. Poi separò le acque. E attraverso il suo soffio creò ogni cosa.

Questi tre elementi ritornano nei tre stadi dell’acqua: solido, liquido, gassoso. Tre forme della stessa sostanza, che in termini di quantità non tolgono nulla alla stessa materia.

Perché Dio è trino? Perché è nella sua natura esserlo. Come succede all’acqua… che è vita. Come Dio è vita.

Possiamo dire che Dio è trino perché così può meglio operare con noi e per noi.

È solido perché in lui ogni cosa possa avere stabilità e ogni realtà prende prende forma con lui.

Come il Figlio, sua presenza visibile, fatto della sua stessa sostanza, è acqua viva che consente di vivere a chi l’accoglie; interessante che l’acqua prenda diverse forme a seconda di dove viene raccolta: così il Figlio in noi si adatta alle nostre spigolature…

E lo Spirito che, come l’acqua evapora e può trasformarsi in energia, dona forza a chiunque lo usi e si lasci guidare da esso.

Il nostro Dio è più originale di quanto potessimo pensare… il fatto è che dobbiamo pensare con lo Spirito dell’amore per capire che siamo amati al modo del Figlio e comprendere l’amore del Padre.

  • Mi sento amato? Come?

Fonte: il blog di don Domenico

Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI

Visita anche il suo canale YOUTUBE