don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 27 Settembre 2020

167

Hai mai fatto un’opera di bene?

Certamente tutti ne abbiamo compiuta almeno una. E quando la raccontiamo la descriviamo come una grande impresa eroica tanto da sentirci dei santi. Magari bastasse solo quella per entrare nel regno dei Cieli!

Tutti ci impegniamo a fare qualcosa di buono, ciascuno però ha una propria idea di bene, però non sempre conforme a quella di Dio. Anche Robin Hood ce l’aveva!

La via della giustizia non è predicare l’amore, ma farlo. Non è fare rumorosi gesti eroici, ma farli in silenzio. Non è dire sempre quello che si pensa, ma saper tacere e meditare nella preghiera prima di parlare. In effetti, le cose dette di pancia non risultano sempre buone.

Il Vangelo di oggi ci insegna proprio questo: il primo figlio dice al padre che andrà a lavorare nella vigna, ma non ci va. Il secondo dice che non andrà, ma poi cambia idea (Cfr. Mt 21,28-32).

ll primo si preoccupa di fare bella figura e risultare buono, ma non con i fatti. Il secondo è sincero sin dall’inizio, ma poi medita e capisce che non è bene non fare il bene.

Quando ti accorgi di aver sbagliato, non è importante essere coerenti per risultare forti, ma è importante rivelarsi maturi dimostrando di aver saputo cambiare idea. Meglio piccoli gesti di carità, che grandi parole d’amore. Il Signore non ha bisogno di palloni gonfiati, ma di cuori gonfi d’amore!

Per entrare nel Regno di Dio una sola cosa conta davvero: cambiare, ogni giorno scegliere una nuova strada, ogni giorno rimettersi in cammino dietro al Signore.

Fonte: il blog di don Domenico

Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI

Visita anche il suo canale YOUTUBE