don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 14 Giugno 2020

202

Che belle quelle storie d’amore in cui i fidanzati vivono l’uno per l’altra. Che bello sentir dire: sei la mia vita, senza di te mi sentirei morto. In effetti è così, senz’amore si muore. Quando si ama davvero si vuole sentire l’oggetto del proprio amore dentro di sé.

Questo è quello che succede col Pane eucaristico. Questo è il motivo per cui Gesù si fa pane. Lui vuole stare con noi e noi possiamo stare con lui. Certamente non possiamo mangiarci le persone, ma il pane sì. Il pane è l’elemento principale per una corretta alimentazione. Ogni dieta seria lo riporta. Non si può escludere il pane come cibo. Così come non è tollerabile che oggi ci sia gente che muoia di fame e non abbia nemmeno un pezzo di pane.

Gesù si fa alimento vitale per la nostra vita non solo biologica, ma anche spirituale.

Un uomo non può vivere credendo di poter fare a meno del Signore, perché umanamente è Lui che insegna il modo di vivere, il modo di essere pienamente uomini. E spiritualmente ci non ci da solo un nutrimento fisico, ma anche un cibo spirituale che ci permette di vivere oltre la morte.

Di qui il termine “comunione”: entrare in Gesù e lasciare che Lui entri in noi, in modo che le nostre vite diventino una cosa sola. Prefigurazione della vita eterna.

Quanto ci è mancato in quarantena questo pane! Ora che possiamo di nuovo riceverlo non lasciamocelo sfuggire…

  • con chi voglio fare comunione?

Fonte: il blog di don Domenico

Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI

Visita anche il suo canale YOUTUBE