don Claudio Doglio – Commento al Vangelo del 21 Febbraio 2021

56

AUTORE: don Claudio DoglioFONTE: Messalino “Amen” e Canale YouTube Teleradiopace TVCANALE YOUTUBE

Iniziamo il cammino di Quaresima contemplando l’arcobaleno. Il libro della Genesi ci propone questo splendido simbolo naturale: quando, passata la pioggia, ritorna il sereno, l’arco sulle nubi che si aprono lascia intravedere i colori della luce, ed è un segno di speranza e di novità.

L’antico teologo d’Israele ha visto nel? arcobaleno il segno della alleanza fra Dio e l’umanità, un impegno che Dio si è preso a favore dell’umanità: a non darle quel che si merita, ma a salvarla. Tale impegno divino si realizzato con la Pasqua di Cristo, e la Quaresima è il tempo propizio per riscoprire la bellezza della grazia che opera in noi, rendendoci capaci di vivere da salvati.

Gesù nel deserto ha scelto lo stile di Dio e ha vinto la tentazione diabolica: anche noi in questo tempo abbiamo un’occasione importante per scegliere di essere cristiani, non per abitudine ma per convinzione. Perciò la Quaresima è tempo di impegno per superare i nostri atteggiamenti sbagliati.

È un tempo di digiuno, al seguito di Gesù: quindi non una dieta alimentare, ma un digiuno da ciò che è male. Il primo impegno che possiamo prendere in questi giorni è quello di uscire dalla grettezza dei nostri interessi egoistici: digiuniamo dal dare importanza a noi stessi, all’ansia per le nostre cose e i nostri problemi, dalla chiusura m noi stessi. Vogliamo al contrario riempirci di compassione per gli altri: entriamo nell’alleanza con il Signore, diventando più generosi, capaci di dono e di attenzione per gli altri.

Link al video