d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 27 Marzo 2022

131

- Pubblicità -

Dio ci ama e capisce il cammino di ciascuno ben al di là degli schemi, ci aiuta a comprendere la nostra storia perché ognuno ha bisogno dei propri percorsi. San Paolo era un persecutore, Sant’Agostino un donnaiolo, San Francesco voleva fare l’eroe in guerra …

Senza l’esperienza umana e al momento giusto la grazia non possiamo fare nulla. Tutti questi santi dicono: cercavo la vita dove e come potevo poi la vita mi ha portato a scoprire che Dio mi aiuta al momento giusto a trovare il bandolo della matassa, non vuole che faccia il bravo meccanicamente.


Articolo precedenteDon Vinicio Carminati (Vangelo Digitale) – Commento al Vangelo di domenica 27 Marzo 2022
Articolo successivoAtto di Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria