d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 13 Giugno 2021

145

La natura della luce

Tanto l’amore nasce come un tramonto – diceva – Un raggio di luce rossa ferisce per un istante la siepe odorosa di gelsomini.

E tutto trasluce, quieto, nel vespro, nella naturale mancanza di senso.

Ma come miccia lo squarcio di luce l’infiammò nel riposo e ti pensa ogni momento e si stupisce e perdutamente si perde in questo vento.


Fonte

Articolo precedentePaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 10 Giugno 2021 – Mt 5,20-26
Articolo successivop. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 10 Giugno 2021