Commento alle letture di domenica 4 marzo 2018 per bambini – ElleDiCi

714

Spunti di riflessione dedicati ai catechisti o ai sacerdoti per impostare l’omelia per la messa con i bambini.

Nel Tempio ingombro di tutto, Gesù deve ridare a Dio il suo posto. Nella nostra vita, Dio che posto ha?

Gesù disse ai venditori di colombe: «Portate via di qui queste cose e non fate della casa del Padre mio un mercato!»

Capire le parole” per far cogliere o per chiarire il significato di espressioni chiave del testo.
Di più…” con qualche esempio tratto dalla vita o rivolto ad essa.
Per riassumere…” una domanda o una affermazione finale da lasciare alla giovane assemblea.

PRIMA LETTURA – Dal libro dell’Esodo (Forma breve: Es 20,2-3.7-8.12-14)

Dio ha dato a Mosè un regalo per tutti gli uomini: sono dieci parole per vivere in amicizia con il Signore.

Capire le parole

  • Sabato. È il giorno della settimana che gli ebrei riservano a Dio. È un giorno di riposo.
  • Adulterio. Commette adulterio chi tradisce la moglie o il marito.

Di più

  • Più desiderabile dell’oro. Certamente tu non paragoni spesso a dell’oro la legge che i tuoi genitori ti impongono. Essa però è preziosa, perché ti aiuta a vivere e a crescere. Se Dio dà una Legge al popolo d’Israele, è per farne il suo testimone in terra. Ricevendo questa Legge e tutti gli insegnamenti di Mosè, Israele può comprendere ciò che Dio attende da lui. Questi comandamenti non sono dei freni alla vita. Al contrario, permettono di vivere meglio la relazione con Dio e con gli altri. Ben compresi, i comandamenti possono rendere felici: il salmo afferma questo.

SECONDA LETTURA – Dalla lettera di San Paolo Apostolo ai Corinzi (1 cor 1, 22-25)

L’inviato di Dio presso gli uomini è Gesù Cristo, un uomo morto in croce. Che follia!

Capire le parole

  • Cristo (Messia). Cioè l’Unto, il consacrato inviato da Dio Padre.
  • Pasqua dei Giudei. E’ la grande festa dei Giudei. Durante sette giorni festeggiano la liberazione dei loro

    antenati usciti dall’Egitto.

  • Cambiamonete. Persone che cambiavano il denaro dei pellegrini con la moneta del Tempio.

[better-ads type=”banner” banner=”80570″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”right” show-caption=”1″][/better-ads]

VANGELO Dal vangelo secondo Giovanni
(Gv 2,13-25)

A Gerusalemme il Tempio era la dimora di Dio. Ma gli uomini ne avevano fatto qualcosa d’altro! Dal momento del nostro battesimo Dio abita al centro della nostra vita… Non dimentichiamolo.

Capire le parole

  • Scrittura. È l’insieme dei libri santi dei Giudei, che noi chiamiamo Antico Testamento. Più tardi divenne anche il testo dei cristiani, oltre al Nuovo Testamento.
  • Tempio. Gesù e i Giudei non parlano dello stesso Tempio. Per i primi, è la casa di Dio, il segno della sua presenza in  mezzo al suo popolo. Per Gesù, il Tempio è lui stesso, perché Dio abita in lui. Gesù dice di poterlo ricostruire in tre giorni, qualora fosse distrutto.In realtà, annuncia la sua morte e la sua risurrezione.

Di più

  • Gesù arrabbiato. Gesù si adira… Non è sua abitudine. E anche molto! Ciò che lo fa andare fuori di sé non è il commercio in se stesso. È incollerito perché, secondo lui, il Tempio non svolge più il suo ruolo: non aiuta la gente ad incontrare Dio. Per questo Gesù annuncia in modo enigmatico a chi lo ascolta che lui è il nuovo Tempio: per mezzo di lui gli uomini potranno incontrare Dio. Ma i suoi discepoli comprenderanno realmente le sue parole soltanto dopo la sua risurrezione.

Fonte – ElleDiCi

Scarica e colora la vignetta di RobiHood

[amazon_link asins=’8801058411,8801063113,8801056419,8801059892′ template=’ProductCarousel’ store=’ceriltuovol04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’1e41c6f1-c47e-11e7-9974-417047202061′]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO
della Terza Domenica di Quaresima – Anno B

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 4 Marzo 2018 anche qui.

Gv 2, 13-25
Dal Vangelo secondo Giovanni
13Si avvicinava intanto la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme. 14Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe e, là seduti, i cambiamonete. 15Allora fece una frusta di cordicelle e scacciò tutti fuori dal tempio, con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiamonete e ne rovesciò i banchi, 16e ai venditori di colombe disse: «Portate via di qui queste cose e non fate della casa del Padre mio un mercato!». 17I suoi discepoli si ricordarono che sta scritto: Lo zelo per la tua casa mi divorerà. 18Allora i Giudei presero la parola e gli dissero: «Quale segno ci mostri per fare queste cose?». 19Rispose loro Gesù: «Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere». 20Gli dissero allora i Giudei: «Questo tempio è stato costruito in quarantasei anni e tu in tre giorni lo farai risorgere?». 21Ma egli parlava del tempio del suo corpo. 22Quando poi fu risuscitato dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che aveva detto questo, e credettero alla Scrittura e alla parola detta da Gesù. 23Mentre era a Gerusalemme per la Pasqua, durante la festa, molti, vedendo i segni che egli compiva, credettero nel suo nome. 24Ma lui, Gesù, non si fidava di loro, perché conosceva tutti 25e non aveva bisogno che alcuno desse testimonianza sull’uomo. Egli infatti conosceva quello che c’è nell’uomo.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 04 – 10 Marzo 2018
  • Tempo di Quaresima III
  • Colore Viola
  • Lezionario: Ciclo B
  • Anno: II
  • Salterio: sett. 3

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO