Commento alle letture di domenica 25 febbraio 2018 per bambini – ElleDiCi

473

Spunti di riflessione dedicati ai catechisti o ai sacerdoti per impostare l’omelia per la messa con i bambini.

Quando Dio ci parla e ci rivolge dei segni, talvolta facciamo fatica a comprenderli. Li troviamo strani. Ebbene, lasciamoci sorprendere!

Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse su un alto monte. E lì si trasfigurò davanti a Loro.

Capire le parole” per far cogliere o per chiarire il significato di espressioni chiave del testo.
Di più…” con qualche esempio tratto dalla vita o rivolto ad essa.
Per riassumere…” una domanda o una affermazione finale da lasciare alla giovane assemblea.

PRIMA LETTURA – Dal libro della Genesi (Gn 22, 1-2. 9. 10-13. 15-18)

Abramo era un credente modello. Quando Dio lo chiamava lui non discuteva, ma rispondeva sempre: “Presente!”.

Capire le parole

  • Abramo. È l’antenato più antico del popolo ebraico. Dio gli ha promesso numerosissimi discendenti.
  • Immolare. Uccidere un essere vivente per offrirlo a Dio.
  • Olocausto. Era un sacrificio in cui si bruciava a Dio un animale intero per riconoscere che tutto viene da Lui.

Di più

  • Meno male! Pensa! Abramo era pronto a dare tutto a Dio, anche il figlio Isacco, l’unico avuto dalla moglie Sara. Fortunatamente l’angelo del Signore ferma Abramo nel suo slancio. Meno male! Dio non aveva ancora visto un uomo capace di una tale fiducia. Per questa totale fiducia, promette ad Abramo una grande discendenza. Gli ebrei, i cristiani e i musulmani considerano Abramo il padre di tutti i credenti.

SECONDA LETTURA – Dalla lettera di San Paolo Apostolo ai Romani (Rm 8, 31-34)

Paolo ci rassicura: non dobbiamo preoccuparci. Dio ci dona tutto, anche il suo proprio Figlio.

Capire le parole

  • Consegnare. Mettere nelle mani di qualcun altro.
  • Trasfigurato. Uno è trasfigurato quando la sua figura è trasformata ed assume una bellezza splendente e insolita.
  • Elia e Mosè. Due grandi personaggi del popolo d’Israele. Nessuno sapeva dove erano stati sepolti. Si pensava che non fossero morti e che potessero ritornare tra gli uomini.

[better-ads type=”banner” banner=”80570″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”right” show-caption=”1″][/better-ads]

VANGELO Dal vangelo secondo Marco
(Mc 9, 2-10)

I discepoli di Gesù pensavano di conoscerlo bene. Ma ora lo scoprono sotto un nuovo aspetto. Anche noi approfittiamo di questa loro scoperta.

Capire le parole

  • Nube. Nube bianca che fa ombra. Nella Bibbia, Dio parla spesso da una nube. Si fa conoscere senza farsi vedere. 
  • Ascoltatelo. Dio Padre chiede ai discepoli, e a noi, di ascoltare Gesù. Eppure Gesù sarà rifiutato e condannato a morte. Tutto sembrerà perduto ed essi fuggiranno. Ma Dio domanda loro di tenere duro, nonostante la paura. Perché la morte di Gesù non è la fine di tutto. E la trasfigurazione di Gesù dimostra che lui è vincitore, anche quando non sembra.

Di più

  • Enigma. Discendendo dal monte, Pietro, Giacomo e Giovanni sono come persone alle quali è stato rivelato l’indizio di un enigma, ma sono ancora lontani dall’immaginarne la soluzione. Il vero volto di Gesù lo scopriranno soltanto dopo la sua risurrezione. Allora si ricorderanno dell’esperienza straordinaria che oggi hanno vissuto e ne comprenderanno il senso. 

Fonte – ElleDiCi

Scarica e colora la vignetta di RobiHood

[amazon_link asins=’8801058411,8801063113,8801056419,8801059892′ template=’ProductCarousel’ store=’ceriltuovol04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’1e41c6f1-c47e-11e7-9974-417047202061′]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO
della II Domenica del Tempo di Quaresima – Anno B

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 25 Febbario 2018 anche qui.

Mc 9, 2-10
Dal Vangelo secondo Marco

2Sei giorni dopo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse su un alto monte, in disparte, loro soli. Fu trasfigurato davanti a loro 3e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche. 4E apparve loro Elia con Mosé e conversavano con Gesù. 5Prendendo la parola, Pietro disse a Gesù: «Rabbì, è bello per noi essere qui; facciamo tre capanne, una per te, una per Mosé e una per Elia». 6Non sapeva infatti che cosa dire, perché erano spaventati. 7Venne una nube che li coprì con la sua ombra e dalla nube uscì una voce: «Questi è il Figlio mio, l’amato: ascoltatelo!». 8E improvvisamente, guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù solo, con loro.
9Mentre scendevano dal monte, ordinò loro di non raccontare ad alcuno ciò che avevano visto, se non dopo che il Figlio dell’uomo fosse risorto dai morti.10Ed essi tennero fra loro la cosa, chiedendosi che cosa volesse dire risorgere dai morti.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 25 Febbraio – 03 Marzo 2018
  • Tempo di Quaresima II
  • Colore Viola
  • Lezionario: Ciclo B
  • Anno: II
  • Salterio: sett. 2

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO