Pubblicità
Home / Vangelo della Domenica / Per i giovani / Commento alle letture di domenica 6 Gennaio 2019 per bambini – ElleDiCi

Commento alle letture di domenica 6 Gennaio 2019 per bambini – ElleDiCi

Spunti di riflessione dedicati ai catechisti o ai sacerdoti per impostare l’omelia per la messa con i bambini.

Epifania del Signore

PRIMA LETTURA (Is 60,1-6)

Capire le parole

  • Madian, Efa, Saba. Sono luoghi che si trovano nel Sud dell’Arabia.
  • Incenso. È un profumo fatto con la resina. Talvolta viene bruciato in chiesa. Il fumo che sale è simbolo della preghiera dei credenti che sale verso Dio.

Di più

Un richiamo per tutti. Le genti arrivano da ogni parte ad adorare il Bambino di Betlemme, anche dai paesi pagani che non conoscono il Signore! Dimostrano che la luce di Natale è per tutti. Eppure in noi ci possono essere ancora delle barriere. Abbiamo i nostri “pagani”, dei quali pensiamo: «Gesù ama tutti ma non loro!». Ma Gesù è venuto anche per loro…

SECONDA LETTURA (Ef 3,2-3a.5-6)

Capire le parole

  • Rivelazione. Quando un segreto diventa improvvisamente conosciuto, è una rivelazione.
  • Genti o pagani. Gli ebrei chiamavano pagani quelli che non avevano la loro stessa religione.

VANGELO (Mt 2,1-12)

Capire le parole

  • Erode il Grande. Era il re della Giudea, nominato dai Romani.
  • Stella. In Oriente la stella era il segno dei re. Quando un personaggio importante stava per nascere, dicevano che la sua stella appariva in cielo. I Magi d’Oriente osservavano il cielo. Nel vedere apparire la stella si sono messi in cammino per andare da Gesù. Scoprirono così che è lui la vera stella che guida gli uomini.
  • Si prostrarono. È inchinarsi molto in basso in segno di rispetto.
  • Mirra. Polvere profumata che si mescolava con olio per profumare il corpo dei morti.

Di più

Regali strani. I Magi sembra non abbiano molto fiuto per i regali… Se sono così ricchi, perché non offrono al Neonato degli abiti, una cesta di frutta? Se prendessimo questa storia alla lettera ci potrebbe apparire strana: tre saggi si inchinano davanti ad un bambino e gli offrono doni da adulto! In realtà, se Matteo ce la racconta così è per dirci che la venuta di Gesù è considerata come un avvenimento importantissimo. I regali che riceve parlano di lui: l’oro è per lui in quanto re; l’incenso è per lui in quanto Dio; la mirra è per lui in quanto Salvatore: il Figlio di Dio fatto uomo morirà per la salvezza di tutti.

PER RIASSUMERE…

Epifania è una parola greca che significa «manifestazione». La Festa dell’Epifania manifesta che Gesù viene per tutti gli uomini della terra, non soltanto per i pastori di Betlemme.

Fonte

Scarica e colora la vignetta di RobiHood

DONI AL DONO

Check Also

Commento al Vangelo del 27 gennaio 2019 – P. Antonio Giordano, IMC

Tempo Ordina La prima lettura, dal libro di Neemia (500 a.C.) descrive la celebrazione (voce) …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.