Commento alle letture di domenica 3 dicembre 2017 per bambini – ElleDiCi

515

Spunti di riflessione  dedicati ai catechisti o ai sacerdoti per impostare l’omelia per la messa con i bambini.

Capire le parole” per far cogliere o per chiarire il significato di espressioni chiave del testo.
Di più…” con qualche esempio tratto dalla vita o rivolto ad essa.
Per riassumere…” una domanda o una affermazione finale da lasciare alla giovane assemblea.

PRIMA LETTURA (Is 63,16-17.19; 64,2-7)

Capire le parole

  • Redentore. È colui che difende e si prende cura dei più deboli e dei più poveri.
  • Vagare. Camminare a caso senza meta.
  • Timore (del Signore). È provare per Dio un misto di rispetto e di meraviglia.

Di più

Assente o presente? Dio si comporta con noi come un padre con il suo bambino: lo lascia camminare, inciampare, ma da lui non si allontana mai. A volte il bambino piange, crede che suo padre sia partito. No! È un albero o un’ombra a nasconderlo. I genitori non lasciano i loro figli. Dio non si assenta mai: siamo noi che ci allontaniamo da Lui.

SECONDA LETTURA (1Cor 1,3-9)

Capire le parole

  • Rendere grazie. Ringraziare, far pervenire all’autore del favore o del bene ricevuto la conferma che lo si è ricevuto e apprezzato.
  • Stabilità. Essere solidamente piantati.
  • Manifestazione. Far conoscere ciò che è sconosciuto o segreto.

VANGELO (Mc 13,33-37)

Capire le parole 

  • Vegliare. Vegliare è restare svegli e non dormire, è essere attenti. Gesù ci chiede di vegliare perché è presente in mezzo a noi, ma in modo nascosto. Siamo pronti ogni giorno ad accoglierlo e a fargli sempre più posto nella nostra vita? L’Avvento è un periodo che serve particolarmente a questo.
  • All’improvviso. In modo inatteso.

Di più

Allenatevi! Perché Gesù ci stressa? Se ci ama, perché ci sorprende come un ladro? In realtà quando parla della sua venuta non allude solo al suo definitivo ritorno, ma anche alle sue visite nascoste di ogni giorno: attraverso qualcuno che ci fa piacere, o che ha bisogno di noi… Tutte queste visite ci preparano alla grande Visita. Se non ci siamo mai accorti di chi soffre, se non abbiamo mai risposto alle richieste di aiuto, se non abbiamo mai amato, non riconosceremo Gesù quando verrà.

PER RIASSUMERE…

Oggi inizia il tempo di Avvento. Avvento vuol dire “arrivo”. Sì, Gesù arriva! Quando attendiamo un amico siamo felici, lo pensiamo e ci prepariamo noi e il luogo in cui lo ospiteremo. Allora vorremmo che fosse già Natale!

Fonte – ElleDiCi

La vignetta di RobiHood

da scaricare e colorare

[amazon_link asins=’8801058411,8801063113,8801056419,8801059892′ template=’ProductCarousel’ store=’ceriltuovol04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’1e41c6f1-c47e-11e7-9974-417047202061′]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 3 dicembre 2017 anche qui.

I Domenica di Avvento – Anno B

Mc 13, 33-37
Dal Vangelo secondo Marco

33Fate attenzione, vegliate, perché non sapete quando è il momento. 34È come un uomo, che è partito dopo aver lasciato la propria casa e dato il potere ai suoi servi, a ciascuno il suo compito, e ha ordinato al portiere di vegliare. 35Vegliate dunque: voi non sapete quando il padrone di casa ritornerà, se alla sera o a mezzanotte o al canto del gallo o al mattino; 36fate in modo che, giungendo all’improvviso, non vi trovi addormentati. 37Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate!».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 03 – 09 Dicembre 2017
  • Tempo di Avvento I
  • Colore Viola
  • Lezionario: Ciclo B
  • Salterio: sett. 1

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO