Pubblicità
Home / Vangelo della Domenica / Per i giovani / Commento alle letture di domenica 18 Novembre 2018 – Missio Ragazzi

Commento alle letture di domenica 18 Novembre 2018 – Missio Ragazzi

Che emozione Gesù leggere questo Vangelo!!! Non ti nascondo che un brivido attraversa il mio cuore; sì perchè ci parli di fine del mondo.

Ci parli di tribolazione, ovvero di persecuzione, presente già dopo la Tua risurrezione e ancora oggi ben rappresentata: quanti cristiani muoiono in attentati verso le chiese, sacerdoti uccisi durante la celebrazione della messa o rapiti e uccisi altrove, quanti missionari sfidano coloro che ancora ti perseguitano, e tutto ciò per difendere la loro fede, difendere Te unico e vero Dio, nel trasmettere la tua Parola a chi ancora non la conosce.

E poi ci siamo noi che abbiamo la fortuna di poter esprimere la nostra fede in tranquillità, e invece spesso ci vergognamo, anzi, la nostra partecipazione alla Santa messa è spesso solo un dovere più che un desiderio di Te.

Che dire del sole, della luna e delle stelle, i punti fermi del creato, che perderanno splendore e cadranno. Nel mondo ci sono cose che condizionano la vita dell’uomo: denaro, potere, inganno, violenza, che sembrano invincibili, saldi come le stelle, sole e luna; ho paura, ma Tu mi metti in guardia; mi dici che tutto passa ma la Tua Parola no; è un messaggio di speranza che apre il cuore alla fiducia e quindi mi invita a non fidarmi di me stesso, che sono fragile e a volte impaziente, ma credere nella Tua Parola, credere in Te, unica e sola speranza.

Gesù ci dici che sei alla porta e bussi perchè stai per arrivare… a quale porta? A quella di chi ti vuole bene, di chi decide di seguirti, perchè il mondo intorno a noi è destinato a finire, il Regno di Dio no.

Gesù io ti aspetto, ti immagino come un super eroe che “ viene sulle nubi con grande potenza e gloria” e prego: “ Aiutami Gesù ad essere più fiducioso della Tua presenza nel mio quotidiano, perchè tutto ciò che sembra contro di me, le sofferenze, i problemi di ogni giorno, non riescano mai a separarmi dal tuo amore e ad avvicinarmi a falsi dèi destinati a passare”.

Gruppo catechisti e animatori della parrocchia S.Agostino – Soriano nel Cimino (VT) Diocesi di Civita Catellana

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

XXXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – Anno B

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 18 novembre 2018 anche qui.

Mc 13, 24-32
Dal Vangelo secondo Marco

24In quei giorni, dopo quella tribolazione,
il sole si oscurerà,
la luna non darà più la sua luce,
25le stelle cadranno dal cielo
e le potenze che sono nei cieli saranno sconvolte.
26Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nubi con grande potenza e gloria. 27Egli manderà gli angeli e radunerà i suoi eletti dai quattro venti, dall’estremità della terra fino all’estremità del cielo.
28Dalla pianta di fico imparate la parabola: quando ormai il suo ramo diventa tenero e spuntano le foglie, sapete che l’estate è vicina. 29Così anche voi: quando vedrete accadere queste cose, sappiate che egli è vicino, è alle porte.
30In verità io vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto questo avvenga. 31Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.
32Quanto però a quel giorno o a quell’ora, nessuno lo sa, né gli angeli nel cielo né il Figlio, eccetto il Padre.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 18 – 24 Novembre 2018
  • Tempo Ordinario XXXIII
  • Colore Verde
  • Lezionario: Ciclo B
  • Anno: II
  • Salterio: sett. 1

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO

Check Also

Commento al Vangelo di domenica 16 dicembre 2018 – Don Tony Drazza

Don Tony Drazza commenta il vangelo di Lc 3,10-18 Link al video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.