Commento alle letture di domenica 16 Dicembre 2018 per ragazzi e bambini – Missio Ragazzi

370

Che cosa dobbiamo fare? È questa la domanda che pongono coloro ai quali il Battista predica la conversione e il perdono dei peccati.

Le risposte che egli dà alle folle, ai pubblicani e ai soldati possono essere ricapitolate in una parola: giustizia. La giustizia è la cartina di torna- sole dell’amore. Amare vuol dire volere il vero bene del prossimo. Fermiamoci a guardare il mondo!

È possibile che: per 155 milioni di persone il vero bene sia non potersi nutrire? Che per 123 milioni di bambini il vero bene sia non andare a scuola? Che per 400 milioni di persone il vero bene sia non avere accesso ai servizi sanitari essenziali? Che per 5 miliardi persone il vero bene sia non conoscere Gesù?

Cosa risponderebbe il Battista se oggi fossimo noi a chiedere: “Cosa dobbiamo fare?”

Nessuno di noi deve risolvere tutti i problemi del mondo, però, ognuno può fare la propria parte unica e insostituibile per rendere il mondo più giusto. Sogniamolo un mondo multicolore dove gli uomini riescono a riconoscersi fratelli e vivere in pace.

Sogniamolo e costruiamolo giorno dopo giorno, cominciando col donare a tutti vicini e lontani, Gesù, salvezza di ogni uomo e del mondo.

Daniela Gallo – Diocesi di Messina

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

III DOMENICA DI AVVENTO – ANNO C

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 16 dicembre 2018 anche qui.

Lc 3,10-18

In quel tempo, le folle interrogavano Giovanni, dicendo: «Che cosa dobbiamo fare?». Rispondeva loro: «Chi ha due tuniche, ne dia a chi non ne ha, e chi ha da mangiare, faccia altrettanto».
Vennero anche dei pubblicani a farsi battezzare e gli chiesero: «Maestro, che cosa dobbiamo fare?». Ed egli disse loro: «Non esigete nulla di più di quanto vi è stato fissato».
Lo interrogavano anche alcuni soldati: «E noi, che cosa dobbiamo fare?». Rispose loro: «Non maltrattate e non estorcete niente a nessuno; accontentatevi delle vostre paghe».
Poiché il popolo era in attesa e tutti, riguardo a Giovanni, si domandavano in cuor loro se non fosse lui il Cristo, Giovanni rispose a tutti dicendo: «Io vi battezzo con acqua; ma viene colui che è più forte di me, a cui non sono degno di slegare i lacci dei sandali. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco. Tiene in mano la pala per pulire la sua aia e per raccogliere il frumento nel suo granaio; ma brucerà la paglia con un fuoco inestinguibile».

Con molte altre esortazioni Giovanni evangelizzava il popolo.

  • 09 – 15 Dicembre 2018
  • Tempo di Avvento II
  • Colore Viola
  • Lezionario: Ciclo C
  • Anno: III
  • Salterio: sett. 3

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO

[/box]