Commento alle letture di domenica 14 Luglio 2019 per bambini – ElleDiCi

17

Commento alle letture di domenica e spunti di riflessione dedicati ai catechisti o ai sacerdoti per impostare l’omelia per la messa con i bambini.

PRIMA LETTURA (Dt 30,10-14)

Mosè risponde a coloro che pensano sia difficile conoscere cosa il Signore desidera da loro. Dio ha parlato e tutti coloro che lo amano con tutta la mente e con il cuore sono certamente in grado di comprendere la sua volontà e di viverla.

Capire le parole

  • Con tutto il cuore e con tutta l’anima. Espressione che indica la totalità della persona, senza condizioni e senza limitazioni. Sempre, dovunque, volentieri.
  • La metta in pratica. La Parola di Dio è dono di Dio per l’uomo, che lo rende realizzato e pieno di vita a condizione che venga realizzata dopo essere stata ascoltata e accolta.

SECONDA LETTURA (Col 1,15-20)

I Colossesi, pur avendo accolto il Vangelo, si sono lasciati spaventare dalle credenze sul potere degli spiriti e su ciò che bisogna mangiare o no… Paolo inizia la sua lettera con un inno in cui afferma il potere assoluto di Cristo su tutti gli spiriti e la pacificazione, che Egli ha realizzato sulla croce, di tutto ciò che è della terra con il cielo. I cristiani dunque, nell’uso dei beni terreni e del tempo, sono liberi.

Capire le parole

  • Capo del corpo. Con una metafora mirabile ed efficace Paolo paragona la Chiesa al corpo, di cui Gesù è il capo e ogni battezzato le membra.
  • La pienezza. In Gesù è espressa la perfezione fisica, morale e spirituale del mondo creato. Egli è il modello verso cui tende ogni uomo in cammino verso la santità.

VANGELO (Lc 10,25-37)

Gesù è in cammino verso la passione e ha lodato il Padre perché si rivela ai piccoli. La provocazione di un dottore della Legge gli offre la possibilità di tracciare la strada di un vero discepolo: è colui che, dicendo di amare Dio, ha compassione e si prende cura dei fratelli bisognosi di aiuto.

Capire le parole

  • Dottore della Legge. Un uomo colto e rispettabile, studioso dei libri sacri e di altre discipline umane. Costoro venivano consultati anche per dirimere questioni pratiche della vita sociale.
  • Samaritano. I samaritani erano in origine parte della grande famiglia del popolo di Israele. Abitando in una regione al confine con popoli pagani e idolatri, ne avevano col tempo assunto usi e pratiche religiose, contaminando la purezza della propria fede. Per questo erano disprezzati e respinti dal resto del popolo ebraico.

PER RIASSUMERE…

Ci sono domande vere e domande false. Quelle false vengono usate come auto giustificazione, per non fare il bene già compreso, da chi non cerca una risposta o ha già deciso di non accogliere nessuna risposta che altri possano suggerire. Chi ha domande vere, invece, desidera la risposta, la cerca ed è subito disposto a seguirla. Il Signore Gesù risponde sempre alle domande vere e ci chiede di convertirci.

Fonte (e molto altro materiale) sul sito elledici.org

Scarica e colora la vignetta di RobiHood

BUONI & CATTIVI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.