Commento alle letture di domenica 12 Agosto 2018 per bambini – ElleDiCi

Pubblicità

Spunti di riflessione dedicati ai catechisti o ai sacerdoti per impostare l’omelia per la messa con i bambini.

XIX Domenica del Tempo Ordinario

Capire le parole” per far cogliere o per chiarire il significato di espressioni chiave del testo.
Di più…” con qualche esempio tratto dalla vita o rivolto ad essa.
Per riassumere…” una domanda o una affermazione finale da lasciare alla giovane assemblea.

Oggi leggiamo il seguito del vangelo di Giovanni in cui Gesù parla del pane. Ci dice che lui è il pane che viene da Dio!

Alcune persone scioccate dalle
parole di Gesù. si chiedevano:
«Questo uomo non è il figlio
di Giuseppe?».

Dal primo libro dei Re (1 Re 19,4-8)

Elia non ne può più. È scoraggiato. un cibo procuratogli da Dio gli ridà forza e lo rimette in cammino…

Capire le parole

  • Elia. 2900 anni fa Elia difese la fedeltà a Dio del suo popolo contro il re Acaz e Gezabele impegnati a imporre
    una falsa religione.
  • Angelo del Signore. È il messaggero divino. Alcune volte l’espressione indica Dio stesso. È il caso nostro.
  • Oreb. Monte sul quale Mosè ha ricevuto la Legge di Dio. È chiamato anche Sinai.

Di più

Dio “mammina”
Hai mai visto una mamma col suo bambino? Se lui ha fame, lei lo nutre. Se cade, lei 10 coccola. Se la fa arrabbiare, 10 perdona. La mamma non può fare altrimenti. perché è il suo bambino. Con Elia Dio si comporta cosi. Lo fa mangiare due volte. A sazietà. Dio non lo dimentica, insiste a nutrirlo. Sa, infatti, che il cammino da fare è
ancora tanto. Dio si preoccupa di noi come una vera mamma.

Dalla lettera di san Paolo apostolo agli Efesini (Ef 4,30—5,2)

Siamo figli di Dio. E i figli spesso assomigliano ai loro genitori! Anche noi rassomigliamo a Dio. Pertanto possiamo amare come lui.

Capire le parole

  • Giorno della redenzione. Il giorno definitivo del giudizio finale.
  • Giudei. In Giovanni il termine ha taglio polemico e si riferisce ai capi religiosi.
  • Cielo. Il cielo è infinito e misterioso come Dio! Quanto Gesù dice in relazione al Pane è un messaggio per dire
    che lui viene da Dio ed è Dio. Per questo può darci la sua vita.

Dal vangelo secondo Giovanni (Gv 6,41-51)

Gesù dice parole Strane. Coloro Che lo ascoltano non le comprendono! Spiega che lui viene da Dio per dare la vita agli uomini.

Capire le parole

  • Mormorare. Criticare, lamentarsi. Indica un un atteggiamento di incredulità e di disobbedienza a Dio.
  • Attira.E’ questo un tema caro a Giovanni. Egli dice che l’attrazione del Padre è opera del Crocifisso.
  • Risuscitare. È l’aprirsi alla vita nuova ed eterna con Dio dopo la morte. La promessa di Gesù è conseguenza del dono di Dio che lo ha risuscitato. Seguire Gesù è premessa per entrare anche noi nella vita nuova vita con lui.

Di più

Buono! Dammene ancora…
Quando hai molta fame, non c’è bisogno che ti spieghino come è fatto il pane prima di mangiarlo! Lo mangi e poco alla volta riprendi le forze. Il pane di Gesù, assaporandolo poco a poco, cambia la tua vita. Non è magico e, per apprezzarlo veramente, hai bisogno anche di ascoltare le parole che escono dalla sua bocca.
La Parola e il Pane di Gesù sono gli elementi di una stessa mensa.

Fonte

Scarica e colora la vignetta di RobiHood

IL PANE VIVO DISCESO DAL CIELO

[amazon_link asins=’8801058411,8801063113,8801056419,8801059892′ template=’ProductCarousel’ store=’ceriltuovol04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’1e41c6f1-c47e-11e7-9974-417047202061′]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

XVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – Anno B

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 29 Luglio 2018 anche qui.

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 6, 1-15

In quel tempo, Gesù passò all’altra riva del mare di Galilea, cioè di Tiberìade, e lo seguiva una grande folla, perché vedeva i segni che compiva sugli infermi. Gesù salì sul monte e là si pose a sedere con i suoi discepoli. Era vicina la Pasqua, la festa dei Giudei.

Allora Gesù, alzàti gli occhi, vide che una grande folla veniva da lui e disse a Filippo: «Dove potremo comprare il pane perché costoro abbiano da mangiare?». Diceva così per metterlo alla prova; egli infatti sapeva quello che stava per compiere. Gli rispose Filippo: «Duecento denari di pane non sono sufficienti neppure perché ognuno possa riceverne un pezzo».

Gli disse allora uno dei suoi discepoli, Andrea, fratello di Simon Pietro: «C’è qui un ragazzo che ha cinque pani d’orzo e due pesci; ma che cos’è questo per tanta gente?». Rispose Gesù: «Fateli sedere». C’era molta erba in quel luogo. Si misero dunque a sedere ed erano circa cinquemila uomini.

Allora Gesù prese i pani e, dopo aver reso grazie, li diede a quelli che erano seduti, e lo stesso fece dei pesci, quanto ne volevano.

E quando furono saziati, disse ai suoi discepoli: «Raccogliete i pezzi avanzati, perché nulla vada perduto». Li raccolsero e riempirono dodici canestri con i pezzi dei cinque pani d’orzo, avanzati a coloro che avevano mangiato.

Allora la gente, visto il segno che egli aveva compiuto, diceva: «Questi è davvero il profeta, colui che viene nel mondo!». Ma Gesù, sapendo che venivano a prenderlo per farlo re, si ritirò di nuovo sul monte, lui da solo.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 29 Luglio – 04 Agosto 2018
  • Tempo Ordinario XVII
  • Colore Verde
  • Lezionario: Ciclo B
  • Anno: II
  • Salterio: sett. 1

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO

Potrebbe piacerti anche