Commento alla prima lettura di domenica 27 Marzo 2022 – mons. Francesco Alfano

116

- Pubblicità -

Prima Lettura

Il popolo di Dio, entrato nella terra promessa, celebra la Pasqua.

Dal libro di Giosuè
Gs 5,9a.10-12
 
In quei giorni, il Signore disse a Giosuè: «Oggi ho allontanato da voi l’infamia dell’Egitto».
Gli Israeliti rimasero accampati a Gàlgala e celebrarono la Pasqua al quattordici del mese, alla sera, nelle steppe di Gerico.
Il giorno dopo la Pasqua mangiarono i prodotti della terra, àzzimi e frumento abbrustolito in quello stesso giorno.
E a partire dal giorno seguente, come ebbero mangiato i prodotti della terra, la manna cessò. Gli Israeliti non ebbero più manna; quell’anno mangiarono i frutti della terra di Canaan.

Parola di Dio.

Link al video

Articolo precedentedon Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 27 Marzo 2022
Articolo successivoPapa Francesco – Angelus del 27 Marzo 2022 – Il testo, il video e il file mp3