Commento al Vangelo di domenica 14 gennaio 2018 per bambini/ragazzi – Sr. Mariangela Tassielli

Pubblicità

Chiamaci!

Dopo la domenica del Battesimo del Signore e dopo tutte le solennità del Tempo natalizio, ci siamo! Si riparte con il Tempo Ordinario; e la liturgia, proponendo la chiamata dei primi discepoli (cfr. Gv 1,35-42), ci fa ricominciare in modo straordinario.

Puntiamo l’obiettivo su alcuni atteggiamenti dei personaggi coinvolti e tentiamo un primo piano su alcune sfide rivolte a noi.

Giovanni: uomo libero e trasparente. Sa riconoscere il Cristo e sa indicarlo ai suoi discepoli come il Maestro migliore, la via vera da seguire.

I due discepoli: credono, si fidano, lasciano e cambiano vita, seguono il Rabbi di Nazaret, coinvolgono altri! Anche loro sono gente dal cuore libero e terso.

Pietro: coinvolto dal fratello Andrea, crede, si avvicina a Gesù, è chiamato, segue. Uomo capace di fiducia… non c’è che dire.

Gesù: vede, entra in relazione, accoglie, chiama… Sono gesti che gli vedremo fare continuamente nel corso della sua avventura umana.

Quattro personaggi, o gruppi di personaggi, che sfidano oggi la nostra fede e il nostro modo di viverla. Non c’erano sicurezze nel loro andare, ma solo desiderio di seguire, di incontrare, di vedere, di capire, di coinvolgere e coinvolgersi nella straordinaria opera della salvezza.

La gratuità di Giovanni, la determinazione dei discepoli, la fiducia di Pietro, la chiamata di Gesù dicono alla nostra fede di uscire, di non attendere oltre, di non aspettare che le cose – neppure i cambiamenti – cadano dal cielo.
Chi cerca, trova; chi trova, condivide; chi condivide, vive e fa vivere.

Buon cammino a tutti noi, nella straordinarietà che gli ordinari giorni ci regaleranno.

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO   

Chiamaci!

Chiamaci, Signore Gesù!
Vorremmo incrociare
il tuo sguardo nelle infinite
ricerche di felicità;
vorremmo essere raggiunti
dalla tua Parola,
affascinati dai tuoi gesti,
strattonati dalle tue scelte,
mai scontate.
Dove abiti, Signore?
Dove incontrarti,
per essere raggiunti
dal tuo sguardo d’amore?
Chiamaci, Signore,
mostraci la via,
aprici le porte della tua casa,
spalanca per noi il tuo amore.
Amen.

 

Sr. Mariangela, dal sito cantalavita.com

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO
della II Domenica del Tempo Ordinario – Anno B

Gv 1, 35-42
Dal Vangelo secondo Giovanni

35Il giorno dopo Giovanni stava ancora là con due dei suoi discepoli 36e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: «Ecco l’agnello di Dio!». 37E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù. 38Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: «Che cosa cercate?». Gli risposero: «Rabbì – che, tradotto, significa Maestro –, dove dimori?». 39Disse loro: «Venite e vedrete». Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui; erano circa le quattro del pomeriggio. 40Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. 41Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia» – che si traduce Cristo – 42e lo condusse da Gesù. Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa» – che significa Pietro.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 14 – 20 Gennaio 2018
  • Tempo Ordinario II
  • Colore Verde
  • Lezionario: Ciclo B
  • Anno: II
  • Salterio: sett. 2

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO
Potrebbe piacerti anche