Commento al Vangelo di domenica 31 maggio 2015 – don Giorgio Zevini

68

Don Giorgio Zevini, decano della Facoltà di Teologia dell’UPS commenta la liturgia di domenica 31 maggio 2015.

Visitazione della Beata Vergine Maria

  • Colore liturgico: bianco
  • Dt 4, 32-34. 39-40; Sal.32; Rm 8, 14-17; Mt 28, 16-20.

Mt 28, 16-20
Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato.
Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono.
Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

[ads1]

Articolo precedenteCommento al Vangelo del 31 maggio 2015 – don Lello Ponticelli
Articolo successivoCommento al Vangelo del 31 maggio 2015 – don Faustino Guerini