Commento al Vangelo di domenica 25 settembre 2011 – don Giorgio Zevini

16

  • Prima Lettura Ez 18,25-28 – Se il malvagio si converte dalla sua malvagità, egli fa vivere se stesso.
  • Salmo Sal 24 – Ricòrdati, Signore, della tua misericordia.
  • Seconda Lettura Fil 2,1-11 – Abbiate in voi gli stessi sentimenti di Cristo Gesù.
  • Vangelo Mt 21,28-32 – Pentitosi andò. I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio

Dio chiama tutti alla conversione, giusti i ingiusti, peccatori e uomini santi. Dio è giusto perché lascia il tempo al pentimento, al peccatore perché se apra alla conversione.

Fonte: Canto Nuovo

Articolo precedenteCommento al Vangelo del 25 settembre 2011 – mons. Andrea Caniato
Articolo successivoIl profeta Geremia – Gianfranco Ravasi a Bose