Commento al Vangelo di domenica 23 agosto 2015 – don Piero Rattin

18

Sì, la vita può essere davvero bella

Ricordo un incontro di anni fa’ nel quale io mi sforzavo di spiegare a degli adulti una certa pagina del vangelo, invitandoli ad accoglierne il messaggio e a trasmetterlo poi ai loro figli. Una persona del gruppo continuava a intervenire con obiezioni su obiezion. Io cercavo di rispondere; poi, a un certo punto, esaurite le obiezioni, quella persona confessò: “Ma… vedi, non è che io non capisco quello che dici, è che non lo voglio condividere, perché altrimenti devo cambiare certi miei atteggiamenti, certa mentalità… e questo non mi va di farlo!”. Evviva la sincerità, pensai.
Gli ascoltatori di Gesù – stando al vangelo di questa Domenica – dissero più o meno la stessa cosa: “Questo discorso, caro Gesù, è duro: chi può capirlo?”.

Vangelo di  Giovanni Gv 6, 60-69 – XXI Domenica del Tempo Ordinario – Anno B

60Molti dei suoi discepoli, dopo aver ascoltato, dissero: «Questa parola è dura! Chi può ascoltarla?». 61Gesù, sapendo dentro di sé che i suoi discepoli mormoravano riguardo a questo, disse loro: «Questo vi scandalizza? 62E se vedeste il Figlio dell’uomo salire là dov’era prima? 63È lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla; le parole che io vi ho detto sono spirito e sono vita. 64Ma tra voi vi sono alcuni che non credono». Gesù infatti sapeva fin da principio chi erano quelli che non credevano e chi era colui che lo avrebbe tradito. 65E diceva: «Per questo vi ho detto che nessuno può venire a me, se non gli è concesso dal Padre».
66Da quel momento molti dei suoi discepoli tornarono indietro e non andavano più con lui. 67Disse allora Gesù ai Dodici: «Volete andarvene anche voi?». 68Gli rispose Simon Pietro: «Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna 69e noi abbiamo creduto e conosciuto che tu sei il Santo di Dio». 70Gesù riprese: «Non sono forse io che ho scelto voi, i Dodici? Eppure uno di voi è un diavolo!». 71Parlava di Giuda, figlio di Simone Iscariota: costui infatti stava per tradirlo, ed era uno dei Dodici.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Fonte: LaSacraBibbia.net

[ads1]

Articolo precedenteCommento al Vangelo di domenica 23 agosto 2015 – Diac. Francesco D’Alfonso
Articolo successivoCommento al Vangelo di domenica 23 agosto 2015 – don Fabio Rosini