Commento al Vangelo di domenica 20 Maggio 2018 per bambini – don Marino Gobbin

Pubblicità

Vieni, Spirito Santo

Leggere

• In quel tempo , Gesù disse ai suoi discepoli: «Quando verrà il Paràclito , che io vi manderò…lo Spirito della verità
che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal
principio. Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso.
Quando verrà lui… vi annuncerà le cose future.
Egli mi glorificherà…» (Gv15,26-27; 16,12-15).

Segno

• La Pasqua delle rose! Così fu detta in alcuni luoghi la Pentecoste. I petali sparsi nella chiesa ricordavano le lingue di fuoco che si posavano sugli apostoli.

Capire

•Tempo: Pasqua, Ascensione e Pentecoste sono modi diversi di esprimere lo stesso mistero, che è la glorificazione di Cristo.
• Paràclito: l’azione dello Spirito è quella di consolare, di difendere la comunità.
• Manderò: con la morte, Gesù ha donato tutto, e questo è concentrato nel mistero grande dello Spirito.
• Spirito: è qualcosa che è in me, ma che mi viene donato, che mi viene dal di fuori.
• Verità: lo Spirito Santo nella Chiesa fa comprendere la rivelazione di Gesù e la rende efficace.
• Testimonianza: alla testimonianza dello Spirito corrisponde il nostro rendere testimonianza.
• Fin dal principio: la comunità deve stare dalla parte degli ultimi, come ha visto fare da Gesù.
• Peso: lo Spirito ci permette di portare la croce, attraverso la quale il Signore ci rende simili a sé.
• Cose future: lo Spirito ripropone non un nuovo messaggio, ma nuove capacità di risposta.
• Glorificherà: il nuovo popolo di Dio nasce dalla Pasqua di Cristo.

Riflettere

• Quando gli alberi si muovono e le foglie volano diciamo: «C’è vento!». Eppure il vento non lo vediamo. Lo Spirito Santo, la forza di Dio, gli assomiglia. Anche se non lo vediamo, possiamo sentirne gli effetti. Quando c’è, porta la pace e la gioia. Lo Spirito Santo è come il vento, non si vede, ma si vedono degli uomini, delle donne cambiare, trasformarsi a causa dello Spirito Santo. Lo Spirito Santo è come un fuoco. Il fuoco brucia e rischiara e scalda. Senza il fuoco, senza il calore, gli uomini sarebbero ripiegati su se stessi, non potrebbero sopravvivere. Con il fuoco e la luce gli uomini possono continuare a vivere.

Raccontare

• Gli antichi padri della Chiesa per parlare dello Spirito usano spesso il paragone del ferro messo nel fuoco. Il ferro, messo nel fuoco, non cambia natura, rimane ferro, né il fuoco si può dire ferro; però, a un certo punto, non separi più il ferro dal fuoco, il ferro ha assimilato il fuoco e il fuoco ha dato forma al ferro. Quindi, esso non cambia natura, ma acquista una nuova proprietà; il fuoco rimane distinto dal ferro, ma nello stesso tempo viene assimilato e appropriato dal ferro. Lo Spirito è un dono che dà una forma nuova all’uomo.
• A scuola un bimbo ebreo aveva sempre la mano chiusa a pugno stretto stretto. La maestra lasciò passare un po’ di tempo, poi vedendo che continuava, gli chiese perché aveva la mano sempre chiusa. Il bimbo rispose: «Tutte le mattine quando parto, mia mamma mi saluta e depone un bacio caldissimo sulla mia mano. Io lo tengo stretto stretto per tutto il giorno, non voglio distaccarmene!». Anche lo Spirito Santo è un bacio caldissimo di Dio.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

DOMENICA di PENTECOSTE (Messa del giorno)

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 20 Maggio 2018 anche qui.

Gv 15,26-27; 16,12-15
Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

«Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio.

Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future. Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà. Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 20 – 26 Maggio 2018
  • Tempo Pasquale Pentecoste
  • Colore Rosso
  • Lezionario: Ciclo B
  • Anno: II
  • Salterio: sett. 4

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO
Potrebbe piacerti anche