Commento al Vangelo di domenica 2 Giugno 2019 per bambini/ragazzi – Sr. Mariangela Tassielli

608

Oggi celebriamo l’Ascensione di Gesù. Ma cosa significa nello specifico? Forse dei bambini potrebbero ancora credere che Gesù, salito su un’astronave, sia sparito nel cielo, lasciando i suoi dodici amici con il naso all’insù.

O forse qualcuno potrebbe ancora credere in qualche effetto speciale grazie al quale Gesù si sia staccato da terra e abbia raggiunto il cielo. Ma di fatto, come siano concretamente andate le cose, non lo sappiamo, e in fondo non ci serve saperlo. La festa dell’Ascensione ci offre un di più; ci dice che c’è una nuova realtà con cui fare i conti.

È la presenza di un Dio diversamente presente. Scusate il gioco di parole, ma è proprio con questa presenza alternativa che dobbiamo fare i conti. Alternativa rispetto a cosa? Rispetto alle nostre attese, aspettative, richieste.

L’ascensione di Gesù dice la sua totale presenza in Dio; quello che l’evangelista Giovanni descriveva come l’essere nel seno del Padre. È lì che ritroviamo Gesù dopo la sua «avventura umana»: pienamente presente nel seno del Padre. Lì dove la pienezza non gli è data dalla divinità – quella gli appartiene da sempre –, ma dall’umanità, dalla pienezza di umanità che ha vissuto dalla nascita alla morte.

Lui che ci ha rivelato il volto di Dio Padre, ritornando nel seno del Padre ci rivela anche il vero volto dell’uomo e della donna. Ci dice che ogni persona può rinascere nel seno del Padre e vivere costantemente alla sua presenza… ma non domani. Ognuno può far traboccare di eternità il proprio presente. Ogni uomo e ogni donna, vivendo pienamente alla presenza di Dio, vive oggi una vita piena.

Per questo ai Dodici è stato chiesto di andare. Per questo anche a noi, oggi, è chiesto di andare: per dire a tutti, nel suo nome, che siamo fatti per la pienezza. Che l’orizzonte definitivo non è la fragilità. Che abitare nel Padre è diffondere vita.

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO

Nel tuo nome

Nel tuo nome, Signore risorto,
ci chiedi di andare
e di percorrere le strade del mondo
per portare ovunque il tuo amore.
Nel tuo nome, Crocifisso risorto,
ci chiedi di aprirci al mondo,
perché il mondo respiri la tua salvezza.
Nel tuo nome, Signore Gesù, noi andiamo,
perché chiunque ti conosca creda in te,
si affidi a te, riceva in te lo Spirito di Dio.
Tu, Signore Gesù, asceso e presente in Dio Padre,
benedici la nostra vita, perché la nostra vita
sia benedizione per il mondo. Amen.

Altre immagini di Sr. Mariangela, sul sito cantalavita.com

nel tuo nome