Home / Vangelo della Domenica / Commento al Vangelo di domenica 19 Maggio 2019 – don Mauro Manzoni

Commento al Vangelo di domenica 19 Maggio 2019 – don Mauro Manzoni

Don Mauro Manzoni di graficapastorale.it, propone una riflessione sul brano del Vangelo di domenica prossima,  19 Maggio 2019.

Chi desidera automaticamente avere il testo delle riflessioni, mandi il proprio indirizzo email a riflessionevangelo@graficapastorale.com che lo spedirà ogni settimana.

Quando Dio ha voluto manifestarsi, ha scartato tutto ciò che avrebbe potuto suscitare un’impressione straordinaria ed eccezionale. Si è manifestato come un bambino, piccolo essere fragile e bisognoso. Poi come un Crocifisso, uomo appeso ad una trave.

E infine come un pezzo di pane. Ha voluto, cioè, apparire in mezzo a noi come l’ultimo di tutti e il servo di tutti. E’ questo il comandamento che ci lascia, che insegna a noi ad essere “gli uni per gli altri”. “Questo è il mio comandamento – dice Gesù – che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi”.

Ma non in modo generico e vago, ma con precisa misura e capacità: è il “come io ho amato voi” che regola la portata del nostro amore per i fratelli, come Lui ci ha amato. Amore di servizio e fraternità, che non ha esitato a dare la vita per i suoi amici. Amore di solidarietà e di accoglienza, amore di rispetto e dignità, amore di perdono e di amicizia. Ma stiamo attenti a non cadere, in nome di questo amore, in grave equivoco.

Spendersi per i poveri e i deboli, va bene, aiutare gli esclusi e gli emarginati, va ancora meglio. Ma prima ancora dei deboli, degli oppressi, dei poveri, ci sono coloro che condividono con noi la casa, la mensa, la chiesa, il lavoro. Il servizio agli ultimi che sono fuori non purifica nessuno, quando si salta il passaggio obbligato del servizio a coloro che stanno dentro.

Amore, ma a cominciare con chi ci sta vicino. E spesso, troppo spesso, non ci accorgiamo di chi vive e opera con noi, spendendo invece parole di sostegno, quasi mai concreto, per coloro che sono al di là delle nostre relazioni e legami. “Voi siete miei amici – dice Gesù – e non servi”: quanto lunga è ancora la strada da percorrere perché l’umanità possa essere “servita” e non “asservita” ai propri profitti e interessi.

“Questo vi comando: – ci dice Gesù – amatevi gli uni gli altri”.

Link al video

VEDI ANCHE

Commento al Vangelo di domenica 26 Maggio 2019 – Comunità Monastica Ss. Trinità

VI domenica di Pasqua LETTURE: At 15,1-2.22-29; Sal 66; Ap 21,10-14.22-23; Gv 14,23-29 La prima …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.