Commento al Vangelo di domenica 17 Febbraio 2019 – p. Giancarlo Bruni

123

Gesù sceglie di essere con i poveri: «Beati voi, poveri, perché vostro è il regno dei cieli», voi affamati e piangenti.

Voi, persone concrete nella vostra condizione reale di povertà, voi detti beati non a motivo della vostra situazione, ma in ragione del fatto che la regalità di Dio si è fatta in Gesù l’ “oggi” della vostra liberazione.

E questo in una triplice forma: quella della “visione”, che costituisce i poveri come i guardati da Dio; quella della “compassione”, che li costituisce come gli amati da Dio; quella della “cura”, che li costituisce come i custoditi da Dio.

L’allegrezza del povero sta nel capovolgimento della sua situazione, operata dalla “via regale” di chi amandolo lo vede e se ne prende cura. Solo chi ama vede e provvede, e Dio in Cristo lo è al punto di farsi prossimo qui e ora al povero e di fare del povero il soggetto del suo futuro eterno. Dio raccoglie e ricompone in bellezza quanti la noncuranza, l’ignoranza e la cattiveria umana hanno scartato e violato.

Via