Commento al Vangelo di Domenica 16 Gennaio 2022 – don Mauro Manzoni

58

Don Mauro Manzoni di graficapastorale.it, propone una riflessione sul brano del Vangelo di domenica 16 gennaio 2022.

Chi desidera automaticamente avere il testo delle riflessioni, mandi il proprio indirizzo email a [email protected] che lo spedirà ogni settimana.

Ci fu uno sposalizio a Cana di Galilea e c’era la Madre di Gesù. E’ Giovanni che lo racconta e ci fa notare che fu invitato anche Gesù con i suoi discepoli. Erano nozze di amici o parenti, che conoscevano bene Maria, mentre di Gesù si sapeva che era solo figlio di lei.

E fu proprio lei, che nel bel mezzo della festa, si accorse che qualcosa non andava. E lo disse a Gesù: non hanno più vino. Nulla sfugge di ciò che è umano a che vive con Dio. Ed è giusto far festa per l’incontro di due giovani vite che si uniscono per diventare una sola.

A Maria sta a cuore questa festa perchè le preme questo amore. Si sente madre di quei giovani sposi e di quella famiglia che inizia. Vuole per loro e per gli sposi di tutti i tempi la certezza che l’amore non mancherà mai, se per tenerlo vivo chiederanno l’aiuto a Gesù. E vuole che Gesù dia questa sicurezza con un segno. Colei che non ha fatto mancare il vino per il banchetto, rifornirà l’amore che deve unirli per tutta la vita.

Ma intanto c’è bisogno di quel segno, subito, e forse non ci sarebbe stato se a Cana non fosse presente Maria. Da quel giorno non c’è casa dove lei non desideri entrare, non c’è amore di sposi che lei voglia difendere e sussidiare, non c’è culla sulla quale non si distenda il suo volto di madre.

“Fate tutto quello che vi dirà”, sussurra ad ognuno di noi oggi, per dare la possibilità a Cristo di cambiare l’acqua del nostro peccato e fragilità in vino di amore e solidarietà.

Link al video
Articolo precedentedon Tommaso Mazzucchi: Commento al Vangelo di domenica 16 Gennaio 2022 (Adulti)
Articolo successivoMc 1, 29-39