Commento al Vangelo di domenica 12 giugno 2016 – don Mauro Manzoni

105

Don Mauro Manzoni di graficapastorale.it, propone una riflessione sul brano del Vangelo di domenica prossima, 12 giugno 2016.

Chi desidera automaticamente avere il testo delle riflessioni, mandi il proprio indirizzo email a [email protected] che lo spedirà ogni settimana.

Il Vangelo di questa domenica ci racconta di un pranzo al quale è invitato Gesù. L’invito è un pò sospetto, lo invitano per colpirlo e gli parlano con l’odio nel cuore.

Ad un certo punto entra nella sala una donna che è accolta ancora peggio di Gesù. Chiusi nella loro pseudo virtù e nel loro conformismo, i convitati non sono capaci di accogliere l’intrusa. Gesù invece le va incontro e il loro dialogo è immensamente ricco. “Ti sono perdonati i tuoi peccati”. Gesù non mette delle toppe, rinnova le coscienze. Quando si conosce la sua misericordia più vasta del cielo, non c’è niente da stupirsi. Di uno straccio raccolto nel fango, ne fa uno splendido vestito.

Per il Signore il centro è ai margini. Accoglie coloro che nessuno vuole più. Oggi si privilegia il forte, il ricco, il famoso, il campione, coloro che hanno, che possono e che sanno: questi sono i depositari delle nostre speranze, delle nostre richieste, e perfino dei nostri sogni e dei nostri sentimenti.

Cristo decide diversamente: si aggrega agli ultimi, coabita con i diseredati, dialoga con gli spiantati, si fida dei disperati, accoglie furfanti e delinquenti. Consegna la sua misericordia e il suo amore a chi è disarmato, si affida a chi non si sente arrivato, indipendente, autosufficiente. Si dona a chi lascia spazio nel suo cuore affinchè possa entrare e dare senso alla vita. In Lui i nostri peccati e le nostre fragilità sono cancellati, ci libera dalle zavorre e dagli impicci che abbiamo accumulato sulle nostre spalle, come per quella donna per la quale tutto ricomincia.

VUOI ALTRI COMMENTI AL VANGELO?

XI Domenica del Tempo Ordinario – Anno C

Lc 7, 36 – 8, 3
Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, uno dei farisei invitò Gesù a mangiare da lui. Egli entrò nella casa del fariseo e si mise a tavola. Ed ecco, una donna, una peccatrice di quella città, saputo che si trovava nella casa del fariseo, portò un vaso di profumo; stando dietro, presso i piedi di lui, piangendo, cominciò a bagnarli di lacrime, poi li asciugava con i suoi capelli, li baciava e li cospargeva di profumo.
Vedendo questo, il fariseo che l’aveva invitato disse tra sé: «Se costui fosse un profeta, saprebbe chi è, e di quale genere è la donna che lo tocca: è una peccatrice!».
Gesù allora gli disse: «Simone, ho da dirti qualcosa». Ed egli rispose: «Di’ pure, maestro». «Un creditore aveva due debitori: uno gli doveva cinquecento denari, l’altro cinquanta. Non avendo essi di che restituire, condonò il debito a tutti e due. Chi di loro dunque lo amerà di più?». Simone rispose: «Suppongo sia colui al quale ha condonato di più». Gli disse Gesù: «Hai giudicato bene».
E, volgendosi verso la donna, disse a Simone: «Vedi questa donna? Sono entrato in casa tua e tu non mi hai dato l’acqua per i piedi; lei invece mi ha bagnato i piedi con le lacrime e li ha asciugati con i suoi capelli. Tu non mi hai dato un bacio; lei invece, da quando sono entrato, non ha cessato di baciarmi i piedi. Tu non hai unto con olio il mio capo; lei invece mi ha cosparso i piedi di profumo. Per questo io ti dico: sono perdonati i suoi molti peccati, perché ha molto amato. Invece colui al quale si perdona poco, ama poco».
Poi disse a lei: «I tuoi peccati sono perdonati». Allora i commensali cominciarono a dire tra sé: «Chi è costui che perdona anche i peccati?». Ma egli disse alla donna: «La tua fede ti ha salvata; va’ in pace!».
In seguito egli se ne andava per città e villaggi, predicando e annunciando la buona notizia del regno di Dio. C’erano con lui i Dodici e alcune donne che erano state guarite da spiriti cattivi e da infermità: Maria, chiamata Maddalena, dalla quale erano usciti sette demòni; Giovanna, moglie di Cuza, amministratore di Erode; Susanna e molte altre, che li servivano con i loro beni.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 12 – 18 Giugno 2016
  • Tempo Ordinario XI, Colore verde
  • Lezionario: Ciclo C | Anno II, Salterio: sett. 3

Fonte: LaSacraBibbia.net