Commento al Vangelo del 26 febbraio 2012 – Comunità cattolica ungherese

42

Commento al Vangelo di domenica prossima a cura di p. Sergio della Comunità cattolica italiana in Ungheria.

Mc 1, 12-15
Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano.
Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Articolo precedentemons. Gianfranco Ravasi – Le Frontiere dello Spirito del 19 febbraio 2012
Articolo successivoCommento al Vangelo del 26 febbraio 2012 – don Lello Ponticelli