Commento al Vangelo del 24 Marzo 2019 – Charles de Foucauld

152

CHARLES DE FOUCAULD

III DOMENICA DI QUARESIMA – ANNO C

MEDITAZIONE NUM. 368

LC 13, 1-9

Parabola del fico che verrà tagliato, se malgrado le cure, il  tempo, la  pazienza con  la quale lo si attende, persiste a essere sterile.

Come sei buono, mio Dio, a ripeterci tante e tante volte, sotto tante e tante forme,  che il tempo è breve, che ci è dato per produrre dei buoni frutti («La gloria di mio padre, è che diveniate miei discepoli e portiate frutto»), che non sappiamo né il giorno né l’ora fino a quando il divino giardiniere pazienterà, quando il Padre di famiglia rientrerà, quando  il giudice ci farà rendere conto; che dobbiamo produrre molti frutti, noi ai quali è stato donato molto, che sappiamo la volontà del Maestro, noi che abbiamo sentito e compreso la sua voce…

Come sei buono, a chiamarci al tuo amore attraverso tanti mezzi e con questo timore salutare che non cessi di cercare di  ispirarci! Da quanto tempo Dio pazienta! Da quanto tempo coltiva la nostra anima senza che essa porti frutto!

Affrettiamoci, affrettiamoci a restituire quello che ci ha dato, a fare quello  che ci  ha insegnato, a  praticare la sua volontà che ci ha fatto conoscere… Affrettiamoci, affrettiamoci a portare questi frutti di virtù, questi frutti di vita evangelica, questi frutti di fedeltà, questi frutti di puro amore per i quali Dio coltiva da così lungo tempo, così inutilmente, la nostra anima!

Traduzione a cura delle Discepole del Vangelo. Fonte

La vicenda spirituale di Charles de Foucauld (1858-1916) continua anche oggi ad essere motivo di interesse diffuso tra cristiani e non cristiani, poiché si affida a valori umani sempre più cercati, diventati ormai rari nelle nostre comunità civili: il primato di Dio, le relazioni umane, la cura del prossimo, la qualità della vita ordinaria.Il vangelo rimane la parola più autorevole per introdurre il credente ad una vita autentica. Charles de Foucauld ha sostato a lungo sui testi evangelici, per imparare a vivere in modo fedele un’esistenza degna di essere vissuta: una vita a imitazione di Gesù. Le meditazioni sul vangelo di Giovanni, che egli ha realizzato in Terra santa, possono essere considerate come un insieme di lezioni di vita cristiana, una raccolta di indicazioni pedagogiche per imparare, giorno dopo giorno, a seguire il Signore nella propria condizione di vita, in ascolto delle reali esigenze del mondo d’oggi.

Libro disponibile su Amazon.