Commento al Vangelo del 24 Febbraio 2019 – Catechisti Parrocchiali

263

AMORE, VERA ARMA VINCENTE

Questo brano è situato nel contesto del «discorso della pianura», in
continuità con le Beatitudini e in collegamento con l’ultima benedizione.

  • Gesù offre ai suoi ascoltatori, ancora una volta, un discorso estre
    mamente rivoluzionario per il mondo di allora e di… oggi: l’amore
    per i nemici. Lo propone con una serie di verbi: amare, benedire,
    pregare, porgere l’altra guancia, donare, fare del bene a tutti, esse
    re misericordiosi, perdonare, non giudicare, non condannare.
  • E’ una proposta così alta da sembrare improponibile nella vita di
    ogni giorno; è proposta così controcorrente da apparire come un in
    vito alla vigliaccheria, alla resa di fronte alla prepotenza.
  • La proposta di Gesù è, invece, la nonviolenza che, storicamente,
    si è dimostrata come l’unica scelta in grado di combattere l’ingiusti
    zia e l’oppressione. La nonviolenza, infatti, chiamandoci a non ri
    spondere al male con il male, ma a vivere secondo la logica del vin
    cere il male con il bene, ci invita e sollecita ad agire non secondo il
    nostro istinto, ma nello stile di Dio, cioè ad essere misericordiosi.

ImpegniAMOci  a non cadere nelle provocazioni che ci spingono a rispondere al male con il male.

Approfondiamo una parola del Vangelo

Porgere l’altra guancia.
Riflette l’autentico spirito della Legge data da Dio a Israele. Nei tempi biblici, come anche oggi, lo schiaffo non è dato con l’intenzione di arrecare un danno fisico, ma è un insulto inteso a provocare una reazione, uno scontro. Gesù chiede a chi lo riceve di non cadere nel tranello di rispondere al male con il male, e di impedire così che si inneschi un vortice di violenza.

Preghiera

Signore Gesù, tu ci inviti
a entrare
nella logica dell’amore misericordioso di Dio, chiamandoci
ad amare anche il nemico, a rispondere
al male
con il bene,
alla violenza con la nonviolenza, all’offesa
con il perdono. Signore Gesù, tu ci consegni questa proposta alta di vita perché vuoi
che diventiamo misericordiosi, come è misericordioso Dio Padre.

Fonte del materiale:

Catechisti Parrocchiali
Rivista di Febbraio 2019 5