Commento al Vangelo del 19 Agosto 2018 – don Domenico Bruno

81

Il commento alle Letture di domenica 19 Agosto 2018, a cura di don Domenico Bruno.

Nutrirsi di Gesù è la ricetta della felicità

Tutti desideriamo una vita felice, colorata, senza ansie, capace di avere un senso e di essere d’aiuto agli altri…

“Il Padre dà la vita” (cfr Gv 6,57), Gesù è la vita e facendosi mangiare e bere è assunto dentro l’uomo e diventa energia per vivere al meglio, gioiosamente!

Chi vive senza Cristo si vede: prima o poi la cupidigia (l’amarezza, la bramosia, la difficoltà a evitare il peccato) e la cupezza (mancanza di luce, di fiducia, di stima) diventa sempre più grande.

Gesù dice chiaramente che: “chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui. Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia me vivrà per me” (Gv 6,56-57).

La questione allora è:

  • per chi vivo?
  • di cosa mi nutro?
  • la mia vita parla di Dio? quanto? come?

Fonte

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

XX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – Anno B

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 19 Agosto 2018 anche qui.

Gv 6, 51-58
Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù disse alla folla: «Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo».
Allora i Giudei si misero a discutere aspramente fra loro: «Come può costui darci la sua carne da mangiare?».
Gesù disse loro: «In verità, in verità io vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell’uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la vita. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda.
Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui. Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia me vivrà per me.
Questo è il pane disceso dal cielo; non è come quello che mangiarono i padri e morirono. Chi mangia questo pane vivrà in eterno».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 19 – 25 Agosto 2018
  • Tempo Ordinario XIX
  • Colore Verde
  • Lezionario: Ciclo B
  • Anno: II
  • Salterio: sett. 4

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO
Articolo precedenteCommento al Vangelo del 19 Agosto 2018 – don Marco Ferrari
Articolo successivoCommento al Vangelo di domenica 19 Agosto 2018 – p. Alessandro Cortesi op