Commento al Vangelo del 13 Gennaio 2019 – Padre Antonio Salinaro

9

Il commento alle Letture di domenica 13 gennaio 2019, a cura di Padre Antonio Salinaro.

In questa domenica rifletteremo sul Battesimo di Gesù… una domenica di cerniera tra la fine del tempo di Natale e l’inizo del tempo ordinario…anche Gesù si fa battezzare: mi piace mettere in evidenza questo “anche” che ci racconta di un Dio che non sta nel rito, nel tempio, in luoghi di privilegio, ma con noi.. peccatori!

Un Dio che si contamina, si mischia, si immischia…un Dio che sa condividere e vivere insieme ai “tutti” del mondo senza distinzioni di razza, colore, orientamento… si aprono i cieli…. che significa che Dio entra in comunicazione con il suo popolo…e che ci dice che nella nostra vita i cieli si squarciano e quindi gli orizzonti si ampliano, quando siamo capacai di gesti di condivisione, quando siamo capaci di contaminarci, quando siamo capaci di essere in mezzo agli altri senza smettere di essere noi stessi, immersi nella vita come comunità di uomini e di donne, di peccatori e di santi, di credentie non credenti, di cattivi e buoni….

Tu sei mio figlio, l’amato… parole più belle un figlio non potrebbe intenderle.. sentirsi amati al di la di tutto, anzi nonostante tutto è l’esperienza più sanante e più liberante che l’uomo possa sperimentare: tu sei ciò che ho sempre voluto, tu sei per me, tu sei il figlio che ho sempre desiderato, tu sei l’uomo/la donna che ho sempre immaginato, tu sei il meglio per me, tu sei…. sentire queste parole ci fa stare sicuri nella vita, ci fa camminare e cadere senza rimanere incastrati e soprattuto ci indica un luogo in cui tornare, sempre… senza paura di essere rifiutati… un luogo in cui sentirsi a casa senza smettere l’avventura della vita… buona domenica!

Link al video
[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

BATTESIMO DEL SIGNORE – ANNO C

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 13 Gennaio 2019 anche qui.

Lc 3, 15-16. 21-22 Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, poiché il popolo era in attesa e tutti, riguardo a Giovanni, si domandavano in cuor loro se non fosse lui il Cristo, Giovanni rispose a tutti dicendo: «Io vi battezzo con acqua; ma viene colui che è più forte di me, a cui non sono degno di slegare i lacci dei sandali. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco». Ed ecco, mentre tutto il popolo veniva battezzato e Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento».C: Parola del Signore. A: Lode a Te o Cristo.

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO

[/box]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.