Commento al Vangelo dal foglietto “La Domenica” del 9 Dicembre 2018

325

DIO CI SALVA NEL CONCRETO DELLA NOSTRA STORIA UMANA

La voce del Battista, oggi come allora, ci ammonisce con le parole del profeta Isaia: «Preparate la via del Signore!». È un invito pressante ad aprire il cuore e accogliere la salvezza che Dio ci offre senza sosta, perché ci vuole liberi dal peccato. Gesù Cristo è l’unico mediatore!

Nell’itinerario di fede verso la nascita del Redentore che ci salva condividendo la nostra natura umana, siamo invitati dal profeta Baruc a deporre le vesti del lutto e dell’afflizione perché Dio ricondurrà il suo popolo alla luce della sua stessa gloria (I Lettura).

L’invito alla gioia e alla rinascita è segno che la Parola di Dio illumina tutte le vicende della nostra cronaca quotidiana senza limiti spazio-temporali perché ci è sempre contemporanea. Paolo prega con gioia per i Filippesi (II Lettura) invitandoli a mantenersi integri per poter accogliere i frutti di giustizia nel giorno di Cristo, Parola vivente di Dio.

I dati storici così circostanziati che Luca ci trasmette (Vangelo) non sono un vuoto sfoggio della sua cultura. Sono chiari indicatori che ci aiutano a capire che la storia della salvezza non riguarda l’umanità considerata in modo astratto.

Ma riguarda tutta l’umanità (del qui ed ora) di ogni tempo e luogo, intrecciata nella concretezza della sua storia. Storia di salvezza sempre in divenire perché la Parola di Dio attraversa, illumina e dà senso agli eventi di tutti i tempi.

Vito Di Luca, ssp – Fonte

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

II DOMENICA DI AVVENTO – ANNO C

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 9 dicembre 2018 anche qui.

Lc 3, 1-6
Dal Vangelo secondo Luca

1Nell’anno quindicesimo dell’impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetrarca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetrarca dell’Iturea e della Traconìtide, e Lisània tetrarca dell’Abilene, 2sotto i sommi sacerdoti Anna e Caifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccaria, nel deserto. 3Egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, 4com’è scritto nel libro degli oracoli del profeta Isaia: Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri! 5Ogni burrone sarà riempito, ogni monte e ogni colle sarà abbassato; le vie tortuose diverranno diritte e quelle impervie, spianate. 6Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!

  • 09 – 15 Dicembre 2018
  • Tempo di Avvento II
  • Colore Viola
  • Lezionario: Ciclo C
  • Anno: III
  • Salterio: sett. 2

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO

[/box]