Brevi commenti alle letture della Messa del 13 Gennaio 2019 – Servizio della Parola

44

Il “mistero” del Natale non si ferma alla contemplazione del fragile Bambino del presepe, ma conduce a riflettere sulla missione del Figlio inviato dal Padre a salvare l’umanità. L’inizio della vita pubblica di Gesù di Nazaret, nel battesimo al Giordano, apre la strada alla conoscenza del mistero della “incarnazione”: il Figlio si è fatto uomo soltanto per amore. In lui, Figlio amato, il Padre rivela il suo amore per tutti i figli amati della umanità, e attraverso di lui ristabilisce di continuo il “dialogo” che viene pure di continuo rotto con il loro peccato.

Gesù viene battezzato da Giovanni: il vangelo sottolinea la solidarietà di Gesù con l’umanità peccatrice. Il frutto di questa permanente solidarie- tà sarà possibile anche per noi solo se si radicherà in una solidarietà con Dio, vissuta nella fede battesimale.

La prima lettura racconta di un popolo che torna dall’esilio e vive una seconda liberazione. Perfino il deserto diventa luogo in cui si sperimenta la consolazione di Dio, che si traduce in vicinanza e guida.

Della “filantropia” di Dio parla pure la seconda lettura: in essa il battesimo cristiano è presentato come «un’acqua che rigenera e rinnova nello Spirito Santo». Attraverso quest’acqua siamo resi giusti, per diventare nella speranza «eredi della vita eterna».

Fonte: Servizio della Parola

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

BATTESIMO DEL SIGNORE – ANNO C

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 13 Gennaio 2019 anche qui.

Lc 3, 15-16. 21-22 Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, poiché il popolo era in attesa e tutti, riguardo a Giovanni, si domandavano in cuor loro se non fosse lui il Cristo, Giovanni rispose a tutti dicendo: «Io vi battezzo con acqua; ma viene colui che è più forte di me, a cui non sono degno di slegare i lacci dei sandali. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco». Ed ecco, mentre tutto il popolo veniva battezzato e Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento». C: Parola del Signore. A: Lode a Te o Cristo.

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO

[/box]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.