Vangelo del giorno – martedì 9 Ottobre 2018 – P. Lorenzo Montecalvo

2

Quando si sceglie la parte migliore (la Carità) nel cammino di fede, Satana ci attacca per distoglierci dall’amare il Signore direttamente e totalmente. Spesso Satana non agisce personalmente contro di noi, ma usa Marta per essere di ostacolo nell’ascoltare e contemplare il Signore con tutto il cuore, con tutte le energie e con tutta la mente. Attraverso Marta Satana crea contrarietà, ostacoli e anche persecuzione affinché Maria lasci Gesù e si metta a fare le faccende di casa. Satana sa bene che un’anima contemplativa attira più anime a Dio che un’anima dedita più all’azione che alla contemplazione.
Più il cristiano ama il Signore, più viene attaccato da Satana. Ecco perchè il cristiano, trovandosi in un lotta continua contro Satana, ha bisogno di nutrirsi di preghiera per essere difeso dagli spiriti immondi e dagli uomini che sono sotto la loro azione. Il cristiano non dovrebbe essere sorpreso quando viene contrariato, ostacolato e perseguitato a causa dell’amore che nutre verso il Signore. Satana non sopporta chi è ricolmo dell’amore di Dio. È il contemplativo il vero evangelizzatore. Non bisogna avere paura di Satana. “Se Dio è con noi, chi può essere contro di noi?”, dice San Paolo.
Come Gesù ha difeso Maria dall’attacco invidioso di Marta, così Egli difende i contemplativi dall’invidia degli spiriti immondi e dagli uomini cattivi. È bello essere difeso dal Signore, ma Egli non sempre ci difende come e quando vogliamo noi.
Gesù rimprovera Marta e le fa capire che sua sorella Maria diventerà una grande evangelizzatrice proprio perché il suo cuore è solo per Gesù. Marta ha un cuore diviso: molto amore per la casa e le faccende di casa e poca disponibilità nell’accogliere l’amore di Gesù.
Fare un cammino di fede è soprattutto essere disponibile nell’accoglienza dell’amore del Signore. L’amore di Marta per Gesù è imperfetto. Perciò compie le attività del giorno senz’amore.

Amen. Alleluia.

P. Lorenzo Montecalvo  (Fonte)

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Lc 10, 38-42
Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò.
Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Marta invece era distolta per i molti servizi.
Allora si fece avanti e disse: «Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti». Ma il Signore le rispose: «Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una cosa sola c’è bisogno. Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.