Audio e Video cattolici italiani
Pubblicità

Vangelo del giorno – 7 dicembre 2017 – Robert Cheaib

Pubblicità

L’Amore è una cosa seria. Le parole d’amore sono una cosa seria. O diventano carne o sono una chiacchiera che rasenta il sacrilegio. Tante vite spirituali non decollano, non perché mancano le buone intenzioni, ma perché mancano le buone azioni.

Non è la “sola fede” che ci salva, ma la fede che opera nella carità. Nel senso che sono le nostre opere a meritarci Dio? Assolutamente no, ma le opere che facciamo con la grazia di Dio sono quel terreno di libertà e di disponibilità su cui si eleva la casa della nostra relazione con Cristo, su cui Dio trova i recipienti per versare la sua salvezza, per donare, in altri termini, se stesso. Fede ed opere… Ecco la sintesi “cattolica” di questo vangelo.

Robert Cheaib (Fonte)

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Mt 7, 21.24-27
Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Non chiunque mi dice: “Signore, Signore”, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.
Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, sarà simile a un uomo saggio, che ha costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ma essa non cadde, perché era fondata sulla roccia.
Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, sarà simile a un uomo stolto, che ha costruito la sua casa sulla sabbia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa cadde e la sua rovina fu grande».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Commenti
Loading...

Iscriviti alla NEWSLETTER GIORNALIERA

Vuoi ricevere la newsletter, ogni giorno, con tutti i nuovi articoli del sito?

Accetto la Privacy Policy e tranquilli, non verrà inviata spam :-)