Vangelo del giorno – 29 Settembre 2018 – don Lucio D’Abbraccio

194

Vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell’uomo

Nel colloquio con Natanaèle, che il Vangelo di questa festa ci presenta, abbiamo un altro esempio di come Gesù sappia dialogare con ciascuno a partire dalla comprensione del cuore. «Ecco davvero un Israelita in cui non c’è falsità». Gesù vede il cuore di chi gli sta di fronte, ne riconosce i sentimenti e gli atteggiamenti; sa che cosa realmente ciascuno cerca. Sa se c’è apertura genuina alla sua Parola e alla sua chiamata o se ci sono falsità e durezza. Anche quando non ci pensiamo il Signore ci vede; anche quando il peccato concreto e la fatica della fede segnano le nostre giornate, Gesù vede le intenzioni più vere nel profondo del nostro cuore.

La presenza del Salvatore è una presenza discreta, talvolta invisibile, ma premurosa. Egli sa che abbiamo bisogno di essere sostenuti in questo cammino, ogni giorno. Gli angeli che salgono e scendono sul Figlio dell’uomo vengono ad illuminare, dare forza, proteggere, custodire ognuno di noi: «In verità, in verità io vi dico: vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell’uomo».

Tutti agli occhi di Dio siamo preziosi e Lui manda i suoi angeli, perché chi davvero vuole camminare sulla via di Cristo Signore trovi il sostegno necessario.

Gesù, attraverso questa pagina del Vangelo ci invita a credere, perché, se viviamo con fede, vedremo grandi cose.

don Lucio D’Abbraccio

[amazon_link asins=’8810714237′ template=’ProductAd’ store=’ceriltuovol04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’fc35b57b-b541-11e8-9b19-670c93142e84′]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Gv 1, 47-51
Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù, visto Natanaèle che gli veniva incontro, disse di lui: «Ecco davvero un Israelita in cui non c’è falsità». Natanaèle gli domandò: «Come mi conosci?». Gli rispose Gesù: «Prima che Filippo ti chiamasse, io ti ho visto quando eri sotto l’albero di fichi». Gli replicò Natanaèle: «Rabbì, tu sei il Figlio di Dio, tu sei il re d’Israele!». Gli rispose Gesù: «Perché ti ho detto che ti avevo visto sotto l’albero di fichi, tu credi? Vedrai cose più grandi di queste!».
Poi gli disse: «In verità, in verità io vi dico: vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell’uomo».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Fonte: LaSacraBibbia.net