Pubblicità
Home / Vangelo del Giorno / Vangelo del giorno – 13 Novembre 2018 – don Lucio D’Abbraccio

Vangelo del giorno – 13 Novembre 2018 – don Lucio D’Abbraccio

Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare

Questo brano evangelico ci mette in crisi, perché per noi è difficile, una volta fatto qualcosa per amore di Gesù, anche un semplice servizio in parrocchia, dire a noi stessi: «Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare». Tutti abbiamo bisogno di conferme su ciò che facciamo e desideriamo che il nostro lavoro sia riconosciuto, apprezzato.

Però è anche vero che se ci viene chiesto di portare a termine un servizio, in realtà inutili non siamo stati, dato che quel servizio l’abbiamo compiuto.

L’inutilità non sta nella persona del servo, ma nel fatto che il servo agisce senza un utile, senza un guadagno, senza un salario. Il compiere un servizio nella Chiesa non è inutile, nel senso in cui noi intendiamo la parola inutile, anzi, il nostro servizio è preziosissimo, ma è inutile in quanto lo facciamo gratuitamente.

E questa gratuità non è dovuta alla nostra bravura, ma al fatto che gratuitamente abbiamo ricevuto e gratuitamente dobbiamo ridare agli altri. Ecco dunque che il nostro essere cristiani ci impone una logica non contrattuale, nella quale si sperimenta la gratuità che, a nostra volta, abbiamo ricevuto.

È questo il senso dell’essere servi inutili. Il Signore ci ha scelti e ci ha affidato un compito che siamo chiamati ad assolvere, non per realizzare noi stessi bensì per servire il suo sogno di amore sul mondo, sapendo che tutto riceviamo da lui e senza di lui siamo davvero “inutili”, ossia senza forza.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Lc 17, 7-10
Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse:
«Chi di voi, se ha un servo ad arare o a pascolare il gregge, gli dirà, quando rientra dal campo: “Vieni subito e mettiti a tavola”? Non gli dirà piuttosto: “Prepara da mangiare, strìngiti le vesti ai fianchi e sérvimi, finché avrò mangiato e bevuto, e dopo mangerai e berrai tu”? Avrà forse gratitudine verso quel servo, perché ha eseguito gli ordini ricevuti?
Così anche voi, quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: “Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare”».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Fonte: LaSacraBibbia.net

Check Also

don Claudio Bolognesi – Commento al #Vangelo del 17 Dicembre 2018

Breve riflessione al brano del Vangelo di domenica a cura di don Claudio Bolognesi. Dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.