Vangelo del giorno – 12 Febbraio 2018 – Robert Cheaib

185

Hai presente quegli amici pretenziosi che hanno sempre bisogno di una prova in più di amicizia? O di quelle persone che sono sempre alla ricerca dell’ennesima priva d’amore?

Sono persone che fanno sentire l’altro sempre come un imputato a cui imputano non una mancanza sua, ma una mancanza loro. È quanto fanno i farisei con Gesù, chiedendo «un segno» nonostante tutti i segni che ha fatto e l’autorità delle parole di Gesù che le semplici guardie riconoscevano: «Nessuno ha mai parlato come questo uomo».

Nella vita è bello cercare, ma la ricerca deve essere condita con la gioia e il risposo dell’incontro. Quando mancano i segni nella nostra vita è sovente segno che dobbiamo aprire gli occhi per vedere, le orecchie per ascoltare e il cuore per accogliere.

Robert Cheaib (Fonte)

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

[amazon_link asins=’8862444885,886244558X,8892210408,8821590410,8861245757,8862444117,8830812498′ template=’ProductCarousel’ store=’ceriltuovol04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’b466021f-aa57-11e7-bf85-755d341f56c5′]

[better-ads type=”banner” banner=”84722″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”right” show-caption=”1″][/better-ads]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Mc 8, 11-13
Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, vennero i farisei e si misero a discutere con Gesù, chiedendogli un segno dal cielo, per metterlo alla prova.
Ma egli sospirò profondamente e disse: «Perché questa generazione chiede un segno? In verità io vi dico: a questa generazione non sarà dato alcun segno».
Li lasciò, risalì sulla barca e partì per l’altra riva.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.