Vangelo del giorno – 1 Maggio 2018 – P. Lorenzo Montecalvo

67

Il regno di Dio è nel tuo cuore? Se mi rispondi “sì “, allora non vedo perché il tuo cuore è turbato e vivi continuamente nell’ansia. La tua vita è nelle mani di Dio che non è capriccioso e imprevedibile come gli dei di Omero. Gesù ci ha insegnato a chiamarlo Padre. Perciò, la tua vita è ben custodita. Se l’ansia e l’angoscia sono diventate compagne della tua vita è perché nel tuo cuore c’è poca fede nel Padre Celeste.

[better-ads type=”banner” banner=”84722″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”right” show-caption=”1″][/better-ads]

Questa mancanza di fede ti farà ammalare di ulcera allo stomaco e probabilmente anche di cuore. La scienza medica ha provato che chi sa ridere vivrà senz’altro più a lungo. Sapevi che si sprecano meno energie nel ridere che nell’essere angosciato e triste? L’ansia non solo logora le forze dello spirito, ma anche quelle del corpo. L’ansia non ti fa pensare positivo. Lo stato d’ansia ti scaraventa in una lotta contro problemi inesistenti, così le energie dello spirito e del corpo vengono consumate inutilmente.
Come si vince l’ansia? Non certamente ingoiando pillole di vari colori, ma con la fede in Dio. In ogni situazione impegnati a fare il possibile, l’impossibile lascialo fare a Dio, perché niente è impossibile a Lui. Hai capito, o stolto e tardo di cuore nel credere alla parola di Dio?
Quando il demonio vuole turbare il tuo cuore, prega così: Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla. Su pascoli erbosi mi fa riposare, ad acque tranquille mi conduce… Anche se dovessi camminare in una valle oscura, non temerei alcun male, perché tu, Signore, sei con me… Felicità e grazia mi saranno compagne tutti i giorni della mia vita (salmo 23). Impara a memoria questo salmo. Recitalo con fede molte volte al giorno. Questa preghiera toglierà dal tuo cuore ogni turbamento. Amen. Alleluia.

P. Lorenzo Montecalvo  (Fonte)

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Mt 13, 54-58
Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo Gesù, venuto nella sua patria, insegnava nella loro sinagoga e la gente rimaneva stupita e diceva: «Da dove gli vengono questa sapienza e i prodigi? Non è costui il figlio del falegname? E sua madre, non si chiama Maria? E i suoi fratelli, Giacomo, Giuseppe, Simone e Giuda? E le sue sorelle, non stanno tutte da noi? Da dove gli vengono allora tutte queste cose?». Ed era per loro motivo di scandalo.
Ma Gesù disse loro: «Un profeta non è disprezzato se non nella sua patria e in casa sua». E lì, a causa della loro incredulità, non fece molti prodigi.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Articolo precedenteVangelo del Giorno – 1 Maggio 2018 – don Luigi Maria Epicoco
Articolo successivoVangelo del giorno – 1 Maggio 2018 – Robert Cheaib